Share this post
FaceBook

Colpo di scena: I immimente trasferimento ad altra sede del Giudice Gloria Maria Gambitta. La prassi consolidata dei tempi lunghi in materia di amianto, in particolare al tribunale di Milano, insabbia i processi. Confermata l'udienza del 9 novembre.  

Share this post
FaceBook
Riprende il processo contro i dirigenti del Teatro alla Scala per i morti da esposizione all’amianto.

Share this post
FaceBook
Al Palazzo di Giustizia di Milano l’8 settembre si tenuta l’udienza del processo Amianto al Teatro alla Scala che vede come imputati rinviati a giudizio 5 dirigenti del Teatro, accusati della morte di 10 lavoratori a causa dell’amianto.

Share this post
FaceBook

Mercoledì 31 maggio 2017 entrerà nel vivo il processo sui 10 morti a causa dell’amianto al teatro alla Scala. La fase istruttoria ha fornito le prove che essi si sono ammalati in seguito all’esposizione alle fibre cancerogene proprio all’interno del teatro.

Share this post
FaceBook

 La CUB Informazione & Spettacolo proclama SCIOPERO per tutta la giornata di tutti i turni di lavoro per tutti i dipendenti della Fondazione Teatro Alla Scala.

Share this post
FaceBook


Oggi, 15.07.2016, si è tenuto un vivace presidio organizzato dalla CUB Informazione e Spettacolo e dal Comitato Ambiente e Salute del Teatro Alla Scala al quale hanno partecipato lavoratori e parenti delle vittime d'amianto.

Share this post
FaceBook

Martedì 21 Giugno prima udienza davanti al Giudice per le udienze preliminari (GUP) nel Processo per i “morti e ammalati d’Amianto alla Scala” in cui sono indagati quattro ex sindaci, un sovraintendente e diversi dirigenti scaligeri per avere esposto per decenni i lavoratori alla fibra cancerogena.

Share this post
FaceBook

IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI. VERITA’ E GIUSTIZIA PER I MORTI DI AMIANTO DELLA “SCALA”.
Il Teatro Alla Scala viene da sempre rappresentato ed immaginato come un luogo bellissimo e magico. Questa immagine pubblicata e proposta da riviste patinate, sulla stampa e sui “social media” viene utilizzata per rappresentare Milano come un luogo bello, colto e prestigioso.

Share this post
FaceBook

In questi giorni, i dipendenti della Fondazione “Teatro Alla Scala” sono chiamati ad esprimere una valutazione rispetto ad un ipotesi di “CONTRATTO UNICO”, frutto di una “maratona contrattuale”, iniziata nel bunker della Sala Gialla nel mese di ottobre 2015 e, ad oggi, non ancora conclusa. A questo lungo e faticoso lavoro non è stata ammessa la delegazione della C.U.B. Informazione & Spettacolo.

Share this post
FaceBook

La Magistratura Milanese ha alzato il sipario sulla tragedia dei dipendenti del Teatro Alla Scala morti per aver respirato fibre di amianto, tutti lavoratori deceduti per mesotelioma pleurico ed asbestosi, patologie correlate alle fibre killer presenti in vari ambienti del Teatro.

Share this post
FaceBook

RITORNO AL FUTURO - Da qualche settimana la dirigenza del Teatro Alla Scala si sta intrattenendo con “i soliti noti” del sindacato interno ed esterno per discutere di assunzioni ed aumento degli organici.
In questo senso dobbiamo denunciare l’ennesimo gravissimo comportamento discriminatorio nei confronti della Cub-Informazione.

Share this post
FaceBook

L’amianto alla Scala era un po’ dappertutto

di Roberto Maggioni
Il Teatro Alla Scala è uno dei simboli della città di Milano e uno dei più celebri e importanti teatri al mondo. Fino a pochi anni fa, nascosto dentro al teatro c’era anche l’amianto

Share this post
FaceBook

Nel novembre del 2014 G.C., dipendente della FONDAZIONE TEATRO ALLA SCALA ed operante nella sede di “Ansaldo Scala di Via Bergognone a Milano, è stato colpito dal batterio della legionella, un organismo che prolifera soprattutto in ambienti umidi e tiepidi o riscaldati. ll contagio avviene inalando acqua contaminata sottoforma di "aerosol" generati da rubinetti, docce ed impianti di umidificazione.

Share this post
FaceBook

MILANO - Domenica 26 aprile, alle h11.00 in L.go Ghiringhelli

Il 28 aprile di ogni anno si celebra la giornata mondiale contro l’amianto: ma l’asbesto non è un problema del passato, è una grave emergenza del presente e del futuro, e riguarda tutti. Ogni 5 minuti, una persona nel mondo muore a causa dell’amianto.120.000 persone ogni anno nel mondo ne sono vittime, in Italia più di 10 al giorno.

Share this post
FaceBook

In questi mesi, i dipendenti della “Fondazione Teatro Alla Scala” sono stati sotto i riflettori dei media per temi quali: “la Turandot”, che è stata fatta coincidere con l’inaugurazione dell’Expo, nella giornata del Primo Maggio, e, più recentemente, con la serata del 30 aprile in Piazza Duomo con Boccelli & Friends che vedrebbe impegnati l’Orchestra ed il Coro “Della Scala”, oltre a qualche “fortunata” sarta; tutti pagati con maggiorazioni del 600% della retribuzione.

Share this post
FaceBook

Con l’iniziativa di lotta realizzata ieri, abbiamo riacceso le luci su una delle pagine più oscure scritte in tema di diritti dei lavoratori che il Teatro Alla Scala abbia mai conosciuto.
Abbiamo riscontrato un coro unanime di solidarietà da parte dei dipendenti della Scala sulle motivazioni che ci spingono a chiedere alla Direzione del Teatro di mettere fine ad una situazione totalmente illegittima, illegale e fuori controllo.

Share this post
FaceBook

Venerdì, 27 Febbraio, una parte delle lavoratrici e dei lavoratori dell’impresa di pulizie Cooper Pul hanno scioperato perché non pagati, ciò, nonostante esista un accordo sindacale che prevede il pagamento e la liquidità entro il giorno 20 di ogni mese.
Questo è l’ennesimo ritardo che crea gravissime difficoltà ai lavoratori con impegni assunti che non riescono a rispettare, mutui che scadono, banche che bloccano i fidi, interessi passivi esorbitanti.

Share this post
FaceBook

NoExpo-MAYDAYDa alcune settimane, i dipendenti del Teatro Alla Scala assistono, e talvolta partecipano, alla sceneggiata che riguarda l’inaugurazione dell’Expo di Milano che è prevista avvenga con la messa in scena della TURANDOT di Puccini alla Scala.

Share this post
FaceBook

Dal 2005 ci troviamo di fronte a continui e  goffi tentativi di aggiustamenti della fallimentare Legge Veltroni (1996) sulle Fondazioni Liriche , secondo la quale  l'ingresso dei privati  avrebbe dovuto risolvere tutti i problemi del settore . Non è stato così ed oggi ci troviamo al maldestro ultimo coup de théâtre del governo Renzi  che intende “sanare” i buchi di bilancio prodotti “dall'allegra brigata dei sovrintendenti”, facendo pagare ai lavoratori i costi pesantissimi della crisi della Lirica.

Share this post
FaceBook

Teatro alla Scala di MilanoMilano - I lavoratori aderenti al sindacato di base CUB hanno incontrato il Presidente della Fondazione Teatro la Scala, nonché sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, per presentare le loro proposte sulla gestione del teatro e sulla sicurezza dei lavoratori.

Share this post
FaceBook

CUB-Informazione chiede al di annullare la prevista tourne ad Astana. Uno Stato retto da un regime dittatoriale dove vengono negate le pi elementari libert, politiche, sociali,umanitarie, di stampa e culturali.

Share this post
FaceBook

Lavoratrici e lavoratori della Fondazione Teatro Alla Scala, il 26 Aprile 2014, la CUB Informazione & Spettacolo, proclama SCIOPERO di 8 ORE di tutti i turni di lavoro e per tutti i dipendenti della Fondazione Teatro Alla Scala.

Share this post
FaceBook

licenziata dal Teatro Alla Scala di Milano per aver pubblicato un libro nel quale si parla di disturbi alimentari che coinvolgono anche l'ambiente della danza.

Share this post
FaceBook

A CASA NON ANDIAMO, VOGLIAMO LAVORARE.

Share this post
FaceBook

Alcuni motivi per partecipare:

La legge Bray detta "Valore Cultura" colpisce direttamente i posti di lavoro e le risorse destinate alla Cultura ed ai Teatri oltre a scoraggiare il sostegno dei privati, nonostante non abbiano dato dimostrazione in questi anni di buon governo e capacit d'iniziativa creativa e gestione.

Share this post
FaceBook

Alcune decine di persone aderenti al Cub Informazione Roma (Confederazione unitaria di base) stanno manifestando per sollecitare l'intervento delle istituzioni contro la chiusura seriale delle sale cinematografiche romane a tutela di cultura e occupazione. "Senza il mondo dello spettacolo non c'e' cultura", "Senza intervento pubblico non c'e' cultura" si legge negli striscioni esposti sulle grate dei cancelli della Pisana.

Share this post
FaceBook

Niente spettacoli oggi in otto sale romane del Circuito Cinema. Lo sciopero coinvolger Eden, Eurcine, Fiamma, Giulio Cesare, King, Maestoso, Nuovo Olimpia e Quattro Fontane ed è stato indetto contro l'annunciato licenziamento di 23 lavoratori su un totale di 61 occupati

di FRANCO MONTINI

Share this post
FaceBook

L'acquisizione dei cinema del circuito ex-Cecchi Gori da parte della società di Massimo Ferrero avrebbe dovuto essere perfezionata il 30 giugno 2010. Cub Informazione: "Durante questo periodo Mediaport Cinema Srl ha chiuso 3 sale delle 11 acquisite e si accinge a chiuderne altre 2, ha richiesto la cassa integrazione in deroga e ha licenziato diversi lavoratori". Giovedì 20 la protesta.

Share this post
FaceBook

Durante la conferenza stampa di stamane sono state presentate firme e proposte per far fronte all'allarme chiusura che affligge le sale cinematografiche capitoline DI D. CECCARELLI

Cittadini, lavoratori e sindacati uniti per capire il futuro del cinema a Roma. Durante la conferenza stampa di stamane indetta da Cub informazione, sono state presentate firme e proposte per far fronte all'allarme chiusura che affligge le sale cinematografiche capitoline.

Share this post
FaceBook