Basta all'indifferenza!

Mobilitazione di lutto, di collera, di indignazione e di solidariet per fermare la politica di morte dei giovani nel mediterraneo.

PRESIDIO

IL 13 SETTEMBRE 2012
DAVANTI ALL'AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA DELLA TUNISIA
VIA ASMARA, 7 a ROMA
DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 13,00

Ancore una volta, decine di tunisini sono scomparsi durante un tentativo di immigrazione verso l'Europa.
Il barcone con 136 persone a bordo (tra cui 10 donne e 6 bambini) affondato tra la notte di 6 a 7 settembre 2012, a 20 km da l'isola di Lampedusa. Solo 56 migranti sono stati tratti in salvo dalla Guardia Costiera italiana.
Il numero dei dispersi e morti nel Mediterraneo, continua ad aumentare dopo l'avvento della rivoluzione in Tunisia 14 gen 2011 e rappresenta attualmente quasi duemila vittime.
Lo spargimento di sangue continua in una totale indifferenza. I responsabili di questa tragedia sono i seguenti:

-Il Governo tunisino. Che rappresenta l'autorit, dimostra la sua incapacit di fornire soluzioni adeguate ai problemi sociali delle/dei giovane tunisine/i (occupazione, povert, sicurezza ...), chiude gli occhi sul traffico di contrabbandieri mafiosi, lascia le/i giovane/i tentare l'immigrazione clandestina e il rischio di morte o di disillusione. Egli deve sopportare le conseguenze di questa tragedia! 
-L 'Unione europea. Con la sua politica anti-migratorie, la chiusura delle frontiere, incoraggia l'immigrazione illegale, sotto il controllo dei trafficanti e le reti criminali responsabili di migliaia di morti nel Mediterraneo: 
Chiama il Governo tunisino ad assumersi le proprie responsabilità à in termini di occupazione, lotta contro la povert e la sicurezza per fermare questa carneficina. 
Richiede che il Governo tunisino smantella le reti criminali coinvolte nel traffico. 
Lancia un appello per fermare le tratte di traffico mafioso tra le due sponde del Mediterraneo. 
Lancia un appello alle forze politiche e la società civile in Tunisia di prendere in carico la questione di HARRAGA e avviare una campagna di prevenzione in questa direzione,
Denuncia le politiche disumane sull'immigrazione condotte dai governi dell'Unione europea. 
BASTA MORTI IN MARE!!!

Prendi il comunicato da distribuire .pdf

CII
www.comitatoimmigrati.com

CITII
www.gelsominoinrivolta.blogspot.com

FaceBook