NOVACETA: Lunedì 06 giugno fumata bianca in Prefettura
La richiesta della CUB al Prefetto di intervenire nella vicenda Novaceta porterà a incontri separati dei protagonisti della vicenda e all’allungamento della cassa integrazione.

 

Novaceta, oggi fumata bianca in Prefettura
La richiesta della CUB al Prefetto di intervenire nella vicenda Novaceta porterà a incontri separati dei protagonisti della vicenda e all’allungamento della cassa integrazione.


“Un sostanziale impegno da parte della Prefettura a incontrare separatamente i protagonisti della vicenda, dai nuovi acquirenti di Avalon all’Unicredit, venditrice dei terreni su cui sorge lo stabilimento, a noi, insieme alle altre organizzazioni sindacali, e al curatore fallimentare, dottor Giraudo” afferma Giovanni Cippo, segretario generale dell’ALLCA-CUB (chimici).
 
Sotto il palazzo della Prefettura, un centinaio di lavoratori della Novaceta in presidio.

 
Sono state chiarite le differenze di valutazione relative ai terreni in questione e i costi bonifica, insieme agli obiettivi economici delle parti, nello specifico una realizzazione per Unicredit di 26 milioni di euro, oltre a costi bonifiche, che a seconda del grado di intervento, variano dai 10 a 20 milioni di euro.
 
Sempre da parte di Unicredit, la conferma della disponibilità rivolta al curatore fallimentare di anticipare 80mila euro al mese, fino a fine anno, per garantire la gestione dell’impianto, e da parte dell’autorità l’esortazione, rivolta allo stesso curatore, di evitare ulteriori e repentini tentavi di svendite, dando tempo alle parti di perfezionare quegli accordi alla portata del tavolo in questione, con l’ulteriore impegno, sempre espresso dell’autorità prefettizia, riguardante anche l’allungamento della cassa integrazione, percepita attualmente dai 160 lavoratori della Novaceta.
 
Sabato prossimo Avalon conferirà con i propri soci panamensi per definire un’offerta con tutte le carte in regola, per poter essere valutata in via definitiva da parte di Unicredit, mentre, alla conclusione delle singole consultazioni, è previsto un nuovo incontro sempre in Prefettura per fare il punto della situazione.
 
Infine, è di quanto prima anche la convocazione da parte dall’assessore regionale Rossoni per la cassa integrazione.
 
“Un altro piccolo, ma significativo, passo, nel cammino che dovrebbe portare alla ripresa dell’attività produttiva di quest’azienda magentina produttrice di acetato di cellulosa” conclude Cippo.

Milano 6 giugno 2011.

CUB - Confederazione Unitaria di Base

V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409

 

NOVACETA: concludere velocemente le trattative per la cessione delle aree per far ripartire il lavoro.
Superare la pesante situazione dei lavoratori che da anni vivono con la misera integrazione salariale.

Novaceta, azienda leader nel mondo per la produzione di fibra di acetato di cellulosa, attualmente in procedura fallimentare , ha trovato un acquirente disposto ad assumere tutti i 170 lavoratori attualmente in cassa integrazione e a rilanciare la produzione.
Le trattative tra Unicredit proprietaria della aree e Avalon  societàà acquirente sono in corso, ma vanno a rilento; per spingere UniCredit che Avalon a stringere i tempi, la Cub, in occasione dell’incontro delle parti con il prefetto, promuove un

Presidio in prefettura

Lunedì 6 Giugno 2011 alle 11,30

I lavoratori rivendicano la ripresa del lavoro, il rispetto della loro stessa dignità e il diritto al reddito dopo oltre tre anni vissuti  con il misero assegno della cassa integrazione!

Milano 3 6 2011

CUB - Confederazione Unitaria di Base
V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano - Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409
www.cub.it - Canale CUB Video: http://www.youtube.com/user/CUBvideo

 

 

FaceBook