Dalle 8.45 è stata completamente sospesa la circolazione delle linee M1, M2, M3 e M5 del metrò.Alta anche la partecipazione alla protesta  da parte dei conducenti dei mezzi di superficie che si è attestata al  70%. In alcuni depositi ATM, come quello di viale Sarca, ha incrociato le braccia il 90% dei lavoratori. RASSEGNA STAMPA

 GUARDA IL SERVIZIO DEL TGR LOMBARDIA 

 GUARDA LE FOTO 

 

 

 

 

 

 

 

{besps}04-2015_sciopero-atm-mi{/besps}

 

 

 

 

 

Decisamente sostenuta  l’adesione dei lavoratori del gruppo ATM  allo sciopero odierno di tram, bus e metrò  indetto dalla Cub Trasporti. 


Alla base dello sciopero l’accordo firmato per Expo che prevede l’inesigibilità delle ferie in qualsiasi periodo dell’anno viste le richieste di servizi aggiuntivi relativi al periodo di Expo, l’eliminazione degli SCO, alti livelli di straordinari con ore di guida superiori a ogni ragionevole limite, la totale indifferenza verso il problema della sicurezza. Un’intesa  che inoltre  dimentica ed esclude gli operai, gli impiegati e gli ausiliari e penalizza i famigliari di disabili (legge 104), mentre nessuna delle istanze dei lavoratori viene accolta.

Questa  massiccia adesione rappresenta la  totale bocciatura dell’accordo EXPO siglato da Cgil, Cisl, Uil, Faisa, Ugl, Sama e Orsa.
Un vero e proprio referendum che queste sigle sindacali hanno perso poiché non si possono fare gli accordi sulla testa dei lavoratori senza consultarli

La  CUB  chiede ora

·  un incontro immediato con il  Sindaco Giuliano Pisapia che si è sempre sottratto ad un confronto con i lavoratori

·  le dimissioni del coordinamento RSU che, anche in questa vicenda, non ha rappresentato le istanze dei lavoratori bensì gli interessi delle Segreterie Sindacali

·  la riduzione del 50% dei permessi sindacali

·  la riapertura del tavolo delle trattative con la modifica dei contenuti dell’accordo EXPO, un'intesa che dovrà essere in linea con le richieste dei lavoratori
 
NOTA

Per la prima volta ATM non ha predisposto “i piani di rientro” dei treni delle metropolitane.
Questo potrebbe causare dei ritardi nella riattivazione del servizio alla fine dello sciopero non imputabili né alla CUB né ai lavoratori.


--
Paola Cavaleri - Responsabile Comunicazione Confederazione Unitaria di Base
v.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
fisso: 02/70631804 - fax: 02/70602409
mobile: 392 1379691
e mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


RASSEGNA STAMPA:

 

da "ILCORRIERE.IT"

FaceBook