Per un vera democrazia nei luoghi di lavoro, per il diritto di scegliere autonomamente le proprie rappresentanze sindacali!


Al cantiere dell’Igiene Ambientale di Monza, gestito dall’azienda Sangalli, i lavoratori hanno raccolto 91 firme (cioè ben oltre il 50% della forza lavoro) per chiedere la decadenza della RSU e diffidare FP CGIL e la FIADEL dal rappresentarli in future contrattazioni con l’azienda, consegnandole agli interessati e all’azienda.
La RSU e FP CGIL – Fiadel hanno infatti sottoscritto un accordo di revisione del contratto di II° livello, senza avere il mandato dell’assemblea dei lavoratori, che ha di fatto annullato l’erogazione di parte del premio di produzione.

I lavoratori affidano inoltre il ruolo di propri rappresentanti sindacali, alla RSA della FlaicaUniti - CUB assistita dalle sue strutture territoriali.

A questo punto vedremo se, RSU e sindacati diffidati avranno la decenza di fare un passo indietro o se, come un vero e proprio colpo di stato, continueranno a ritenersi i proprietari delle relazioni sindacali!!!

Nel contempo l’azienda ci informa di altre due cose:
- Che l’averci escluso in maniera furtiva dall’incontro per la revisione del premio, nonostante fossimo sottoscrittori del contratto di II° livello, non ci avrebbe causato alcun danno.
Ciò ha sicuramente violato il nostro diritto di partecipare alla trattativa, ma soprattutto e innanzitutto è stato violato il diritto dei lavoratori di vedersi rappresentati nella contrattazione
dalla propria rappresentanza sindacale. Il grave danno sono infatti i 100 € che non si sono trovati in busta paga: contro quella revisione noi ci saremmo battuti, a differenza dei firmatari!
- Che l’accordo di II° livello, che regola l’intero premio, sarebbe attualmente scaduto. Ci risulta invece che l’accordo sia stato firmato il 10.02.2017 e, durando 3 anni, rimarrà in vigore fino a febbraio 2020.
Invitiamo quindi tutti gli attori in causa ad assumersi le proprie responsabilità e ad un profondo esame di coscienza.
Nel frattempo noi cercheremo di riparare il possibile, controllando minuziosamente il corretto rispetto degli altri parametri da parte dell’azienda per ogni lavoratore, per evitare che oltre il danno (i 100 € in meno) non ci sia anche la beffa (non erogazione di parte degli ulteriori 520 €).

I lavoratori che ritengano di non aver ricevuto correttamente il premio, possono rivolgersi per le verifiche ai delegati della FlaicaUniti – CUB.

Federazione Lavoratori Agro-Industria Commercio e Affini Uniti
Sede Nazionale: Milano - V.le Lombardia, 27 - Tel. 02/70631804 - 70634875 Fax 02/70602409
Sede locale: Monza –Via Piave, 7-Tel 039/832267-Fax 039/2849844
e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it FB: Flaica - CUB

 

Scarica il volantino in pdf

 

FaceBook