Le RSU, i rappresentanti dei lavoratori da eleggere, hanno una certa funzione in quanto il coordinamento nazionale dei RSU a maggioranza decide o meno un accordo sindacale come quello che su solidarietà-prepensionamenti.

 

Va’ rappresentata però anche la cruda realtà, e cioè che a decidere sono le 3 segreterie della triplice che dalle ristrette con RU di TIM poi escono dando direttive che “orientano” le RSU sia negli incontri nazionali sia in quelli regionali.
La CUB non ha firmato l’ultimo accordo sulle RSU, accordo rappresentanza - gennaio 2014, che scambia il mantenimento dei diritti del sindacato e delle RSU a discapito dei diritti dei lavoratori.
La CUB non ha aderito a questo accordo capestro che in estrema sintesi prevede il congelamento di ogni azione di contrasto (di qualsiasi natura: scioperi, comunicati, manifestazioni, cause, ecc.) sia durante le fasi di trattativa sindacale (ad esempio Contratto di Settore/Aziendale, orari, trasferimenti, PDR, esuberi, ecc) sia dopo la firma di un contratto o di un accordo aziendale … pena la perdita di permessi e – soprattutto - sanzioni economiche (multe) al Sindacato e ai singoli RSU !
In buona sostanza non si può fare una vera azione sindacale a tutela dei lavoratori! La stragrande maggioranza degli accordi firmati negli ultimi anni lo confermano!
La CUB ha scelto di non scambiare il mantenimento dei diritti del sindacato e delle RSU a discapito dei diritti dei lavoratori.
Per questo come CUB siamo favorevoli alle elezioni di liberi rappresentanti – senza clausole sanzionatorie - consentendo la partecipazione a tutti i sindacati.
Dobbiamo inoltre evidenziare che, con l’obiettivo di abbassare i costi, l'accordo sulle nuove RSU/RLS, tra triplice confederale e TIM, prevede una diminuzione del numero dei rappresentanti.
In particolare una significativa riduzione di RLS; situazione che potrebbe limitare l'azione di tutela
della salute e sicurezza tra i lavoratori TIM.
Perciò la CUB non sarà presente alle elezioni delle RSU previste da accordi capestro.
La CUB ha intrapreso il percorso per l’elezione dei rappresentanti RSA, storicamente previste dalla legge, dallo Statuto dei Lavoratori (legge 300/1970) e non da un accordo tra le parti.
Scontrandosi ovviamente con la resistenza di TIM, avviando perciò una serie di vertenze legali,
ottenendo già alcuni primi risultati : l’azienda è stata costretta ad incontrare anche la delegazione dei rappresentanti CUB sui temi in discussione con sindacati/RSU.
Invitiamo tutti i sindacati ad abbandonare l’accordo del gennaio 2014 tornando a quello che stabilisce una legge, la L. 300/70, lo Statuto dei Lavoratori, andando alla elezione di rappresentanti dei lavoratori e alla sicurezza in numero congruo e senza lacci, lacciuoli o il pericolo di sanzioni !
Invitiamo i lavoratori a non prestarsi al giochino delle elezioni RSU e a contribuire alla costituzione di rappresentanti RSA liberi di difendere al meglio i diritti dei lavoratori senza limitazioni !

Maggio 2019
FLMUniti-CUB TIM

seguici su Facebook: cerca CUBTELECOM
info contatti 331 6019879


     RSU-RSA-Rappresentanza-TIM-maggio2019.pdf

 

 

 

 

FaceBook