Un altro gruppo di lavoratori provenienti dal sindacato USB ha scelto di tornare nella CUB: si tratta principalmente di RSU e iscritti del Pubblico Impiego presenti nel comparto Ministeri ed Enti Locali della provincia di Catanzaro; assieme a loro sono usciti da USB anche delegati e iscritti del lavoro privato sempre della provincia di Catanzaro; per tutti loro un ritorno nella CUB!
Un segnale forte di unificazione delle lotte che contraddistingue quei sindacati che, come la CUB, mettono al centro della loro azione sindacale la tutela dei lavoratori e dei diritti collettivi.
Questi compagni fuoriusciti da USB sono stati i promotori del sindacalismo di base in Calabria già agli inizi degli anni '90. Anche per loro uno dei motivi fondamentali che li ha spinti a tornare nella CUB è il fatto che il nostro sindacato è tra i pochi che ha scelto di non firmare l'accordo del 10 gennaio 2014 sulla rappresentanza sindacale.
Un accordo che mette la pietra tombale al conflitto nelle aziende in cambio di permessi sindacali, elezioni RSU e l'accesso ai tavoli garantito solo per quei sindacati che lo hanno sottoscritto.
L’accordo del 10 gennaio 2014 lega definitivamente le mani a quei sindacati che lo hanno sottoscritto. I lavoratori calabresi hanno capito che non bisogna svendere i diritti dei lavoratori e il diritto di sciopero per questo sono usciti da USB e sono tornati nella CUB.
Essi sono già tutti al lavoro per rilanciare nuovamente la propria attività sindacale partendo dal presupposto che dentro alla CUB i rappresentanti e i delegati sul territorio vengono eletti direttamente dai lavoratori e non imposti dall'alto, o a livello centrale come avveniva prima.
Da questo mese quindi in Calabria la CUB ha in tutto cinque sedi:
due sedi a Reggio Calabria, una a Crotone, una a Lamezia Terme (Cz) e una a Vibo Valentia, dotate di tutti i servizi necessari, dal CAF al Patronato.
Lo sciopero generale del 27 ottobre indetto dal sindacalismo di base che ha scelto di non barattare il diritto di sciopero con i padroni, si preannuncia sotto i migliori auspici con questi nuovi ingressi in CUB. Benvenuti compagni di Catanzaro !

19 ottobre 2017

Portavoce Nazionale CUB
Marcelo Amendola


Share this post
FaceBook