Sabato 26 novembre si terrà a Bologna l’assemblea dei 2 NO

Un’assemblea lanciata da un appello firmato da attivisti sindacali, giuristi, lavoratori e organizzazioni sociali che in questi anni hanno continuato a battersi in difesa degli spazi di democrazia nei posti di lavoro e nell’intera società .

Bologna c/o circolo Katia Bertasi in Via Fioravanti 22 dalle ore 10,00 alle ore 16,00

L’appello che potete trovare al link https://www.change.org/o/sindacato_generale_di_base , collega il NO al quesito referendario costituzionale del 4 dicembre prossimo al NO al cosiddetto Testo Unico di Rappresentanza sindacale. Un accordo il TUR, firmato il 10 gennaio 2014 da cgil, cisl, uil e associazioni padronali e più recentemente da alcune organizzazioni sindacali già “di base” , sostenuto dal Governo Renzi e che in questi ultimi mesi sta trovando applicazione nei luoghi di lavoro.

Mentre con la controriforma costituzionale il Governo Renzi, in ossequio ai dettati della U.E. e dei poteri economico/finanziari, cerca di modificare gli assetti istituzionali in senso autoritario, con il TUR cercano di impedire per via pattizzia ogni possibile spazio di partecipazione democratica dei lavoratori alla vita sindacale. Ricordiamo che

con quest’accordo si prevede la possibilità di derogare in pejus ai contratti nazionali, si definiscono regole di rappresentanza sindacale a favore dei sindacati firmatari, i quali avranno l’esclusiva della elezione delle rsu (rappresentanze sindacali unitarie) che risponderanno direttamente alle loro segreterie territoriali e soprattutto con il divieto a qualsiasi azione conflittuale, dai volantini fino agli scioperi contro gli accordi siglati ad ogni livello.

La complicità arriva a tal punto che sindacati e padroni prevedono l’istituzione di una commissione paritaria, la quale dovrà sanzionare quei lavoratori e quelle sigle sindacali che, firmatarie del TUR, dovessero disattendere i contenuti dello stesso.

Ciò si sta già verificando, ad esempio per il contratto nazionale dell’igiene urbana dove un coordinamento vasto di lavoratori e di sindacati di base sta contestando il contratto firmato da cgil, cisl e uil e il 12 dicembre ci sarà uno sciopero nazionale convocato da SGB e CUB (Confederazione Unitaria di Base) che sono le uniche organizzazioni che possono farlo non avendo firmato il T.U.R.

All’assemblea del 26 sono previsti interventi di un costituzionalista, di delegati sindacali di grandi insediamenti industriali ed importanti aziende pubbliche, giuslavoristi e organizzazioni sociali.

L’assemblea si terrà a Bologna c/o circolo Katia Bertasi in Via Fioravanti 22 dalle ore 10,00 alle ore 16,00


 

Share this post
FaceBook