La pandemia Covid-19, dichiarata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sta colpendo tutti i paesi del mondo presentando una elevata contagiosità ed un numero elevato di decessi.

Molti paesi sono in evidente difficoltà nel gestire l’emergenza sanitaria perché, oggi in emergenza Covid-19, i loro sistemi sanitari pubblici non sono in grado di dare una risposta adeguata alle necessità della popolazione. Ciò lo si deve, in primis, alle politiche di privatizzazione della sanità pubblica degli ultimi decenni.

Nonostante la pandemia, gli Stati Uniti continuano a mantenere misure unilaterali di blocco economico, e sanzioni contro molti paesi: Cuba, Venezuela, Siria, Iran, Corea del Nord, etc.

Ciò nonostante l’ONU, istituzioni internazionali, ed alcuni paesi hanno richiesto la revoca delle sanzioni USA poiché violano le più elementari regole del Diritto Internazionale. I paesi che vengono colpiti dalle unilaterali e illegali sanzioni statunitensi, incontrano notevoli difficoltà all’acquisto di medicinali, apparecchiature sanitarie e materiali necessari ad affrontare l’emergenza Covid-19 e, inoltre, queste sanzioni arrecano sofferenza agli strati più deboli della popolazione.

Ricordiamo che l’amministrazione Trump, attraverso la extraterritorialità del Blocco e/o delle sanzioni colpiscono anche gli interessi di enti e aziende europee che intrattengono rapporti economici con i paesi illegalmente sanzionati dagli USA. Basti vedere il caso di Cuba colpita da oltre 60 anni da un illegale Blocco che i paesi condannano, compresa l’Italia, in sede chiedendone l’abolizione.

Approfittare di una così terribile pandemia per rafforzare una politica di aggressione imperialista contro altri paesi manifesta un’assoluta mancanza di umanità dato che il problema del contagio riguarda tutti gli abitanti del mondo e si potrà risolvere solo con la partecipazione e con la solidarietà di tutte le nazioni e tra tutte le nazioni nel rispetto della loro sovranità.

Come CUB condanniamo le illegali sanzioni e blocco USA contro altri paesi e, anzi, ringraziamo quei paesi che hanno inviato, in aiuto della popolazione italiana, medici, infermieri e materiale: Cuba, Russia, Cina, Albania, etc.

Come CUB riteniamo che il Governo italiano debba chiedere al governo degli Stati Uniti, l’eliminazione immediata delle sanzioni e misure di blocco contro altri paesi. Ma, purtroppo, gli USA continuano nella illegale azione sanzionatoria contro diversi paesi. Quindi, è il momento di azioni concrete.
Come CUB chiediamo al governo italiano di farsi promotore nei confronti della U.E. dell’applicazione della normativa europea “Statuto di Blocco” che per reciprocità, a tutela dei rapporti economici di enti e/o aziende europee colpite dalle sanzioni USA, sanzionino gli interessi economici USA in Europa.


Confederazione Unitaria di Base
20900 Monza Via Piave, 7 tel 039/832267 fax 2849844
e-mail : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

FaceBook