CHE DA OLTRE 10 MESI SONO IN SCIOPERO PERMANENTE, ORGANIZZANDO ANCHE UNA “CASSA DI RESISTENZA” CON CUI AFFRONTANO, CON SACRIFICI, LA MANCANZA DI SALARIO.


La lotta si inasprisce con il licenziamento e l’arresto di Gael Quirante, dirigente di SUD-Solidaiere, che non va lasciato solo.
Gael è un dirigente del sindacato di base SUD-Solidaries licenziato dalle Poste francesi e messo in carcere per il suo impegno in prima fila nelle lotte dei lavoraori postali. Licenziato e riammesso al lavoro dopo ben tre sentenze della magistratura, rese innoque dalla legge francese che lascia al ministero della funzione pubblica l'ultima parola, che l'ha espressa licenziandolo!
Impianti giuridici diversi, leggi diverse, diversi anche i diritti, le forme di organizzazione dei lavoratori ma davanti alle lotte dei lavoratori emerge sempre un'identita' di vedute e di comportamenti, tanto dei governi francesi quanto di quelli italiani, dei padroni francesi, dei padroni italiani...
CUB Poste non fa distinzioni in base alle nazioni ma alle classi: i postali francesi, salariati come noi, sfruttati come noi, li sentiamo come parte nostra, ci appartengono, appartengono alla nostra classe, quella che resiste alle ingiustizie di un capitalismo incapace di soddisfare anche le più normali condizioni di vita e di lavoro.
VIVA LA SOLIDARIETA' DI CLASSE
VIVA LA FRATELLANZA DEI LAVORATORI

22 febbraio 2019

CUB-POSTE
Sede Nazionale: Milano - V.le Lombardia, 27 - Tel. 02/70631804 - 70634875 Fax 02/70602409
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it cubposte.altervista.org

     Cub-poste-Com-solid-Gael.pdf

 

FaceBook