PER DENUNCIARE lo sfruttamento dei giovani, grazie al lavoro a scadenza (CTD), inventato dal legislatore e applicato dalle aziende per non assumere mai nessuno seriamente.

Per denunciare il comportamento delle Poste e di quei sindacati di partito subordinati all'azienda, che da oltre un anno continuano a prendere per il naso i lavoratori CTD, con la promessa ripetitiva di soluzioni sempre imminenti e continui rinvii dilatori, il cui unico scopo è in realtà quello di perdere tempo strategicamente, per far passare le elezioni e tutelare il governo dalle critiche per la sua linea politica di appoggio allo sfruttamento dei precari.

A NAPOLI, il 13 febbraio, Slg-Cub Poste ci sarà, per sostenere le richieste di giustizia e di dignità di quei lavoratori vittime del sopruso politico e sindacale di chi pensa che la vita delle persone serva solo per far guadagnare soldi ai sindacati, ai dirigenti e agli azionisti privati delle Poste (le banche).

A fine settembre 2017, c'erano già 800 milioni di euro di utili nelle casse aziendali, figuriamoci se non si possono assumere e stabilizzare i precari, per coprire le migliaia di posti vuoti lasciati dai pensionati e produrre un servizio pubblico di eccellenza per la cittadinanza, invece di distruggerlo.
Ma azienda, sindacati e governo non la pensano così. Per loro le direttive politiche che mettono i valori economici davanti ai valori a umani non si discutono. E così, con questa mentalità barbara e indecente, hanno rovinato il lavoro e le persone, alle Poste come nell'intera società italiana.

Per Slg-Cub Poste è ora di bloccare questo processo infernale e di dire basta allo sfruttamento, perché il lavoro serio è dignità e vita.

 

 SLG-CUB -- www.sindacatoposte.it  viale Lombardia 20 20131 Milano  Highlights info row image 366 452 4874







 

FaceBook