NEWS MARTEDI'PALERMO - La rabbia dei lavoratori Gesip hanno mandato in tilt il traffico. <FOTO> -rassegna stampa- Gesip, altra giornata di passione Sit-in degli operai al Comune di Palermo 


- rassegna stampa -

Palermo Lunedì 17 Settembre 2012

Gesip, altra giornata di passione
Sit-in degli operai al Comune di Palermo


da www.livesicilia.it

Un centinaio di lavoratori della Gesip è tornato a manifestare a piazza Pretoria. Il sindaco di Palermo è volato a Roma per il tavolo permanente sulle partecipate dove si dovrebbe discutere degli ammortizzatori sociali per i lavoratori. Domani incontro fra primo cittadino e sindacati.
PALERMO - Un centinaio di operai della Gesip è tornato a manifestare davanti Palazzo delle Aquile, sede del Municipio di Palermo. Sono 1.805 i lavoratori della societàà partecipata dal Comune, che gestisce servizi (cimiteriali, pulizia, cura del verde, custodia) in città in astensione forzata dal lavoro e dalla retribuzione dal primo settembre per la mancata proroga al contratto di servizio tra la Gesip e il Comune perché il governo nazionale non ha sbloccato 5 milioni di euro, assegnati alla societàà da un'ordinanza della protezione civile di maggio, che avrebbe consentito il proseguo delle attività per altri 25 giorni.

Intanto il sindaco Leoluca Orlando è a Roma perché è in programma una riunione del tavolo istituzionale permanente sulla riorganizzazione delle partecipate dal Comune, durante la quale si dovrebbe affrontare il tema degli ammortizzatori sociali per i dipendenti della Gesip, da applicare almeno fino alla data di cessazione delle attività della societàà in liquidazione, fissata da una delibera della giunta comunale al 31 dicembre. Le misure più plausibili, dunque, sarebbero la cassa integrazione in deroga oppure i contratti di solidarietà difensivi, che consentono una riduzione dell'orario di lavoro e della retribuzione pur mantenendo i livelli occupazionali. Per entrambe le misure, però, occorre una copertura finanziaria. L'unica alternativa possibile, alla cig in deroga e ai contratti di solidarietà, è l'avvio delle procedure di mobilità per tutti i dipendenti.

Per domani il sindaco ha convocato le organizzazioni sindacali per discutere della vertenza. Ed è proprio di questo che discutono i lavoratori, alcuni seduti nelle scalinate davanti al Comune, altri sparpagliati a piccoli gruppi in piazza Pretoria, mentre i turisti fotografano il palazzo di città è la fontana della 'Vergogna'. "Staremo tranquilli - dice un operaio- a meno che qualcuno testa calda non decide il contrario, resteremo a presidiare il Comune per tutto il giorno. Siamo in attesa di capire cosa dirà il sindaco ai sindacati domani. Siamo preoccupati e vogliamo tornare a lavorare".

*****************************************************************************
L'assedio di Gesip
Mercoledì ì 12 Settembre 2012 - di Martina Miliani e Alessia Bellomo.

- La rabbia dei lavoratori Gesip hanno mandato in tilt il traffico. <FOTO>

Dopo il mancato sblocco dei 5 milioni di euro della Protezione Civile, i lavoratori Gesip hanno mandato in tilt il traffico, rovesciando i cassonetti lungo tutto il percorso di un corteo che dopo aver toccato piazza Verdi e La Cala ha attraversato la Vucciria. Un presidio è rimasto ai Quattro Canti, mentre la Cattedrale continua ad essere occupata.

 

 

FaceBook