<ANSA> PRIMO MAGGIO: MAY DAY PARADE, INIZIATIVE CONTRO NEGOZI APERTI - A MILANO CUB PREANNUNCIA AZIONI DURANTE CORTEO.

 

PRIMO MAGGIO: MAY DAY PARADE, INIZIATIVE CONTRO NEGOZI APERTI
A MILANO CUB PREANNUNCIA AZIONI DURANTE CORTEO

           
 (ANSA) - MILANO, 27 APR - Gli organizzatori della May Day Parade di Milano, manifestazione dei precari per la festa del Primo Maggio, annunciano l'intenzione di promuovere "azioni di contrasto nei confronti dei negozi e dei centri commerciali che resteranno aperti durante la Festa dei Lavoratori". E' quanto affermano dalla Confederazione unitaria di base, uno dei soggetti organizzatori del tradizionale corteo milanese.
   Non si placa quindi la polemica sulle aperture degli esercizi commerciali nei giorni di festa, siano esse religiose o laiche.
Un tema che aveva già segnato i giorni precedenti il 25 Aprile, con il sindaco di Milano Giuliano Pisapia che aveva più volte reiterato il suo appello al mondo del commercio affinché le saracinesche rimanessero abbassate per permettere, aveva argomentato, la partecipazione alle iniziative pubbliche che contraddistinguono le giornate festive e garantire il diritto al riposo dei lavoratori.
   Inoltre, "gli organizzatori della manifestazione del Primo Maggio rivendicano il diritto di conservare il percorso storico scrive ancora la Cub in una nota - in alternativa a quello decentrato indicato dalla Questura" che avrebbe vietato l'arrivo in Piazza Castello, dove era in programma un'agorà con microfono aperto e collegamenti con altre città, per dirottare la manifestazione verso la vicina Triennale. "Forse è tempo - sostengono da San Precario, anche loro nell'organizzazione dell'iniziativa - che prefetto e sindaco prendano la parola per confermare che a Milano il diritto a manifestare è tutelato e garantito".

(ANSA).
 

FaceBook