COMUNICATO STAMPAIL CONSIGLIO EUROPEO: ITALIA RESPONSABILE PER 63 MIGRANTI MORTI - Italia primo colpevole per la tragedia che nel marzo del 2011 costò la vita a 63 migranti, alla deriva su un barcone al largo della Libia.

COMUNICATO STAMPA

 

 


IL CONSIGLIO EUROPEO: ITALIA RESPONSABILE PER 63 MIGRANTI MORTI

Italia primo colpevole per la tragedia che nel marzo del 2011 costò la vita a
63 migranti, alla deriva su un barcone al largo della Libia.
«Come primo Stato ad aver ricevuto la chiamata di aiuto e sapendo che la Libia
non poteva ottemperare ai propri obblighi, l'Italia avrebbe dovuto assumere
la responsabilità à del coordinamento delle operazioni di soccorso» è scritto
nel rapporto del Consiglio d'Europa presentato ieri a Bruxelles.
Un vero e proprio atto d'accusa. «È un fatto che mi ha molto toccato.
Ci assumiamo le responsabilità à di questo», così il ministro per la Cooperazione
 e l'Integrazione, Andrea Riccardi, ha commentato il giudizio del Consiglio d'Europa.
«Io credo che sia un fatto che si aggiunge alla riflessione che noi dobbiamo fare
su una politica corretta di immigrazione nei confronti degli immigrati e
delle emergenze», ha aggiunto Riccardi.

Per quella tragedia – avvenuta in pieno conflitto libico – «siamo di fronte a
un catalogo di fallimenti e responsabilità à collettive», ha denunciato la
relatrice, l'olandese Tineke Strink, ripercorrendo come fotogrammi le fasi
dell'agonia del «vascello lasciato morire» da navi ed elicotteri sotto il
comando della Nato e di singoli Paesi, tra i quali Francia, Italia, Spagna e
Cipro.

FaceBook