<ANSA> CRISI: CUB; DA BRUNETTA CASTRONERIE, VIVE IN MONDO DORATO
CRISI: CUB; DA BRUNETTA CASTRONERIE, VIVE IN MONDO DORATO


(ANSA) - MILANO, 24 MAG - ''Il mondo dorato in cui vive il ministro Brunetta e' talmente lontano dal mondo reale, che  nemmeno si accorge di dire castronerie''. E' quanto afferma
Piergiorgio Tiboni, fondatore e coordinatore della Cub, la Confederazione unitaria di base, replicando all'intervista di oggi al Corsera, nel corso della quale il ministro della Funzione Pubblica ha affermato che ''i lavoratori dipendenti, al netto dei 500 mila circa in cassa integrazione, e i pensionati non hanno perso potere d'acquisto'' parlando sulla base dei dati diffusi dall'Istat.

   ''Le argomentazioni di Brunetta - spiega il sindacalista di base - sono piuttosto singolari e se in Italia i giovani hanno tutti posti di lavoro precari e sono i primi a essere licenziati, la colpa non e' delle leggi che hanno introdotto il lavoro precario, ma e' dei lavoratori a tempo indeterminato che si ostinano a non farsi precarizzare e vogliono mantenere i loro privilegi''.

   Tiboni prosegue spiegando che il ministro indica che ''se un commerciante, per esempio un gioielliere, dichiara redditi nettamente inferiori rispetto a un pensionato, non e' che evade le tasse, ma e' che la crisi ha colpito di più i commercianti dei lavoratori dipendenti e dei pensionati''.

   ''Brunetta - conclude Tiboni - e' preoccupato per le tasche dei suoi fratelli commercianti, come dice lui stesso nell'intervista, che devono far fronte al calo delle vendite intaccando i loro risparmi, e neanche gli viene in mente che la maggior parte delle famiglie di pensionati e di lavoratori dipendenti i risparmi non sanno neppure cosa siano''.

(ANSA).

24-MAG-11
FaceBook