MANIFESTAZIONE ANTIRAZZISTA CONTRO APERTURA CIE - Il Coordinamento Migranti di Verona ha deciso di organizzare una manifestazione di lotta operaia per richiamare all' attenzione le problematiche degli immigrati legati alla legislazione vigente in Italia proprio nel giorno dell'ufficializzazione di un nuovo Cie (Centro di identificazione e di espulsione) nella provincia veronese <GUARDA LE FOTO>

 

<GUARDA LE FOTO>

 COMUNICATO STAMPA GIOVANI DEMOCRATICI .zip

"ARENA VERONA" del 5 giugno .pdf

"ARENA VERONA" del 6 giugno .pdf

"CORRIERE DELLA SERA" del 5 giugno .pdf

"CORRIERE DELLA SERA" VERONA del 6 giugno  .pdf
"IL VERONA" del 7 giugno .pdf

 

 Sabato 5 giugno il Coordinamento Migranti di Verona ha organizzato una “Manifestazione regionale contro il razzismo a Verona” dove si è avuto un incontro con il Prefetto di Verona.
Dichiara Moustapha Wagne del Coordinamento Migranti: “Nonostante la crisi il governo Berlusconi continua a mostrare i muscoli contro i lavoratori immigrati senza pietà, con accenti spesso xenofobi. Per questo motivo il Coordinamento Migranti di Verona ha deciso di organizzare una manifestazione di lotta operaia per richiamare all' attenzione della cittadinanza veronese e del popolo veneto e italiano, le problematiche degli immigrati legati alla legislazione vigente in Italia proprio nel giorno dell'ufficializzazione di un nuovo Cie -Centro di identificazione e di espulsione- nella provincia veronese”.
 La situazione lavorativa, sottolineano gli organizzatori, sarà sempre più un problema per la permanenza degli immigrati in Italia: “Entro il 2011 un milione di immigrati perderanno il permesso di soggiorno per mancanza di lavoro”. La manifestazione ha visto la partecipazione delle organizzazioni di migranti dalle altre città venete, analogamente a quanto è avvenuto nelle manifestazione a Roma e Milano, organizzate dai comitati migranti e comitati “primo marzo” locali.
  Questa la piattaforma della manifstazione regionale di Verona: No al razzismo, no alla xenofobia; permesso di soggiorno agli immigrati truffati della sanatoria badante-colf; regolarizzazione generalizzata per tutti; abrogazione alla legge Turco-Napolitano, non alla legge Bossi-Fini; diritto di voto amministrativo per immigrati residenti; abrogazione  del pacchetto sicurezza;accoglienza e diritti per tutti; no ai respingimenti e agli accordi bilaterali che li prevedono; rottura netta del legame tra il permesso di soggiorno e il contratto di lavoro; diritto di asilo per rifugiati e profughi; chiusura definitiva dei Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE); no alla contrapposizione fra italiani e stranieri nell'accesso ai diritti; diritto al lavoro, alla salute, alla casa e all'istruzione per tutte e tutti;mantenimento del permesso di soggiorno per chi ha perso il lavoro; solidarietà a tutti i lavoratori e le lavoratrici in lotta per la difesa del posto di lavoro; rimborso deicontributi versati per chi deve ritornare in patria.

Verona 6 giugno 2010

Coordinamento Migranti Verona
CUB-Immigrazione

PER INFO - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

FaceBook