<<ANSA>> FIAT: SALONE GINEVRA; CUB DENUNCIA, SEQUESTRATI DA POLIZIA - SINDACATO CHIEDE INTERVENTO CONSOLATO PER PROTESTA UFFICIALE- LETTERA CUB A MINISTRO FRATTINI


FIAT: SALONE GINEVRA; CUB DENUNCIA, SEQUESTRATI DA POLIZIA
SINDACATO CHIEDE INTERVENTO CONSOLATO PER PROTESTA UFFICIALE


   (ANSA) - MILANO, 10 MAR - La Confederazione unitaria di base
(Cub) denuncia che, nel pomeriggio durante una protesta allo
stand dell'Alfa Romeo al Salone dell'Auto di Ginevra la polizia
ha ''spintonato e picchiato i lavoratori costringendoli a stare
in un garage sotterraneo tipo quelli usati in Argentina e in
Cile dalle dittature''.

   Il sindacato ha ufficialmente inoltrato una richiesta di
intervento al Consolato italiano nella citta' svizzera ''per
protestare presso il governo elvetico''.
   In base al racconto, via telefono, di alcuni partecipanti
alla manifestazione, la FlmUniti, il sindacato dei
metalmeccanici della Cub, aveva iniziato, verso le 14,00 un
presidio allo stand dell'Alfa Romeo. Uno striscione, lungo
quattro metri, e' stato srotolato sul posto davanti a un modello
della Giulietta, che veniva presentato nella rassegna
automobilistica. Vi era scritto ''Nuove Giuliette e intanto Fiat
chiude l'Alfa Romeo di Arese e Pomigliano''.

   ''A questo punto verso le 15 - ha affermato Carlo Pariani,
sindacalista della FlmUniti-Cub - siamo stati circondati da
poliziotti che ci hanno chiesto i documenti e intanto ci hanno
spinto a forza nei sotteranei: qui, senza che il pubblico
potesse vedere nulla, alcuni lavoratori sono caduti a terra, uno
ha picchiato la testa, un altro si e' fatto male a una gamba e
un terzo e' stato male''.

   ''Dopo un'ora ci hanno lasciati andare - ha conclusi - dopo
aver fatto vedere i documenti, ma siamo dovuti uscire fuori
dalla rassegna. E' una vergogna e un comportamento
antidemocratico. Noi volevamo farci identificare davanti allo
stand e poter rimanere li' pacificamente''
. (ANSA).

 ***********************************************************

   FIAT: SALONE GINEVRA, LETTERA CUB A MINISTRO FRATTINI

   (ANSA) - MILANO, 10 MAR - Il coordinatore nazionale della
Confederazione unitaria di base (Cub) ha scritto, ufficialmente,
al ministro degli Esteri Franco Frattini per denunciare, ha
spiegato lui stesso, ''il pestaggio e e il sequestro temporaneo
di un gruppo di lavoratori che manifestavano pacificamente
davanti a uno stand dell'Alfa Romeo al Salone dell'auto di
Ginevra''.

   ''Una delegazione di lavoratori aderenti alla nostra
organizzazione
- scrive, fra l'altro,Tiboni - si e' recata oggi
al Salone dell'Auto di Ginevra con l'intenzione di
sensibilizzare i presenti sui problemi occupazionali che stanno
coinvolgendo da tempo i lavoratori della Fiat Auto (Ex Alfa
Romeo) di Arese.
La polizia ginevrina e' intervenuta, picchiando
i lavoratori,
due dei quali con conseguenze per la loro salute,
i loro documenti sono stati richiesti con violenza, e sono stati
sequestrati in un garage
''.
   ''La preghiamo - conclude il sindacalista - di voler
protestare presso il governo elvetico per quanto
successo''
.(ANSA).

 

 

FaceBook