<ANSA> : CUB, IN CAROVANA TRA AZIENDE MILANESI IN CRISI. DOMENICA MESSA ALLA MAFLOW DI TREZZANO


(ANSA) - MILANO, 12 FEB - Due camper, un bus da 50 posti, un furgone e alcune auto, a rotazione, in una processione che ha fatto un vero e proprio tour della crisi nell'hinterland milanese. E' l'iniziativa organizzata dalla Cub, che per domenica 14 febbraio ha organizzato una messa alla Maflow, azienda in crisi con i lavoratori sul tetto dall'11 gennaio, celebrata dal vicario episcopale monsignor Mario Delpini con i parroci di Trezzano sul Naviglio.
La carovana della Cub ha raggiunto l'Innse di via Rubattino, teatro della storica lotta dei lavoratori sulla piattaforma di una gru la scorsa estate, e la Mangiarotti di viale Sarca a Milano, per puntare poi sulla Lares di via Roma a Paderno Dugnano, e sull'Alfa Romeo di Arese, simbolo della deindustrializzazione del territorio meneghino.
Le altre mete dei manifestanti su quattro ruote sono state l'Eutelia di Pregnana Milanese, la Novaceta di Magenta e la Maflow di Trezzano sul Naviglio, dove e' prevista la celebrazione religiosa domenica prossima.
Una nota della Cub parla di ''applausi alla Lares'' e di una''sincera partecipazione anche da parte dei lavoratori presenti ai presidi delle altre fabbriche'', a cui e' stato offerto simbolicamente un pacco alimentare contenente generi di conforto, oltre alla distribuzione a volonta' di vin brule'.
Per tutte le realta' in crisi la Cub chiede a livello nazionale il blocco dei licenziamenti, l'assunzione a tempo indeterminato dei precari, l'estensione degli ammortizzatori sociali a tutti i lavoratori, con il mantenimento dell'intera retribuzione, la gratuita' delle mense scolastiche e degli asili nido, oltre al canone sociale per i bassi redditi.
Tra le proposte del sindacato di base anche una riduzione dell'orario di lavoro a parita' di salario, un intervento per la trasformazione industriale incentrato sulla sostenibilità a'ambientale, lo sviluppo di energie rinnovabili, il riassetto idrogeologico del territorio, la diminuzione delle emissioni di Co2, il risparmio energetico e il rifiuto al nucleare.
La Cub chiede poi un piano di investimenti per la messa in sicurezza di luoghi di lavoro e scuole, con ''sanzioni penali per gli omicidi e i gravi infortuni sul lavoro'' oltre a un ''nuovo modello di mobilita' delle persone e delle merci''.
(ANSA).

12-FEB-10 

 

 

 

 

FaceBook