(ANSA) CRISI: CUB, SUBITO BLOCCO LICENZIAMENTI E RIDUZIONE ORARIO
(ANSA) - MILANO, 18 SET -
Blocco dei licenziamenti, riduzione dell'orario di lavoro a parita' di salario e ''consistenti aumenti'' di salari e pensioni.
E' la ricetta rilanciata dalla Cub, la Confederazione unitaria di base, per affrontare la crisi a due giorni dall'allarme dell'Ocse sull'occupazione.
   ''La crisi dell'occupazione - ha spiegato - e' vera emergenza sociale, aggravata dai lavori precari e dalla perdita del potere d'acquisto di salari e pensioni''.
   Dopo aver ricordato che ''proprio nel nostro paese i salari dei lavoratori sono agli ultimi posti in Europa'', Tiboni ha aggiunto che ''questa moderazione salariale ha spostato una
grossa fetta del reddito dai salari ai profitti, che i padroni hanno gestito del tutto unilateralmente nei loro utili, ma anche in benefit del tutto ingiustificati per quadri e dirigenti''.

   Alle proposte su blocco dei licenziamenti, riduzione dell'orario di lavoro e aumenti salariali ''consistenti'', la Cub aggiungera', in occasione dello sciopero generale del 23
ottobre,
''l'aggancio di salari e pensioni al reale costo della vita, la continuita' del reddito per cassintegrati e lavoratori atipici e l'assunzione a tempo indeterminato dei lavoratori
precari''.


(ANSA).
Share this post
FaceBook