Germania, il sindacato tedesco IG Metall ha chiesto un aumento dei salari dell'8% sui prossimi 12 mesi per i 3,6 milioni di occupati del settore metalmeccanico.



da MilanoFinanza Online

23/09/2008

Si tratta della richiesta più elevata avanzata dal sindacato dal 1992 e si colloca al margine superiore della forchetta indicata dal direttivo di IG Metall.
L'accordo attualmente in vigore scade il prossimo 31 ottobre. I rinnovi contrattuali sono monitorati con attenzione dalla Banca centrale europea che teme che la fiammata dei prezzi legata ai rincari di petrolio e materie prime possa perpetuarsi se incorporata nel costo del lavoro.
Martin Kannegiesser, a capo della federazione degli imprenditori del settore, si è detto pronto a discutere un aumento del 4%. Nel precedente rinnovo, IG Metall aveva chiesto un aumento del 6,5% accontentandosi poi di due incrementi del 4,1% e dell'1,7% sull'arco di 19 mesi

 da "Il Sole 24 Ore Radiocor"

Germania: Ig Metall verso richiesta aumenti dell'8% per metalmeccanici -2-

- Francoforte, 23 set - Il consiglio di gestione del sindacato Ig Metall ha confermato successivamente di aver deciso in una seduta straordinaria di appoggiare le richieste delle sue commissioni regionali e di chiedere quindi aumenti dei salari dell'8% nelle imminenti tornate negoziali.
Il nuovo contratto avra' una durata di 12 mesi, il precedente scade il 31 ottobre.
Il presidente di Ig Metall, Berthold Huber, ha affermato che 'nell'industria metalmeccanica i guadagni sono esplosi, la Germania e' da molti anni numero uno al mondo nelle esportazioni, i rendimenti sul fatturato sono i piu' elevati dagli Anni Sessanta e i salari non sono mai stati cosi' bassi rispetto al fatturato'.
'E' cosi' venuto il momento - ha concluso - che ai dipendenti venga riconosciuto quanto compete loro per queste elevate performances'.

 

 

FaceBook