NON SIAMO SPAZZATURA! Le Ragazze di Radio Call continuano lo SCIOPERO AL CONTRARIO

 

Cosa accadrebbe se improvvisamente per aeroporti, autostrade, 
ospedali, aziende sanitarie, acquedotti, aziende di trasporti, università,
servizi di telesoccorso e reperibilità medica NON RISPONDESSE PIU'
NESSUNO?
Invece di protestare dinanzi alle sedi degli Enti pubblici, noi - sottolineo
NOI - abbiamo scelto di CONTINUARE A LAVORARE assumendoci
le responsabilità à del caso...
Oggi è il nostro 12° giorno di Sciopero al Contrario che ha dato i suoi
frutti.
La Serit sembra abbia concesso la rateizzazione e presto Radio Call
potrebbe esibire il DURC per riscuotere i crediti vantati presso aziende
pubbliche.
Siamo certe che il Sig Pizzino, in funzione della correttezza che lo
contraddistingue, riconoscerà i diritti maturati i questi giorni, nel caso
in cui l'attività riprendesse regolarmente.
Proviamo grande amarezza per gli attacchi rivolti al nostro datore
di lavoro da parte di alcuni Sindacati.
Riteniamo che le loro dichiarazioni potrebbero rendere vani i nostri sforzi.
Siamo convinte che sarebbe necessario, invece, scuotere la sensibilità di coloro
- molti sono politici (anche nomi illustri) e sono un buon numero -
che hanno classificato le nostre mail come SPAM.
SPAM in gergo informatico significa SPAZZATURA,
ma NOI NON SIAMO SPAZZATURA;
siamo PERSONE
, SOGGETTI PORTATORI DI DIRITTO,
CITTADINI e CONTRIBUENTI che pagando regolarmente le tasse
consentono ad Essi di percepire il cosiddetto GETTONE ed alla
macchina statale di vivere.

LE RAGAZZE DI RADIO CALL ringraziano pubblicamente tutti i media
che le sostengono e che rendono possibili piccoli grandi miracoli.

Con preghiera di pubblicazione

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

FaceBook