(APCOM) - 1 MAGGIO/ CUB: UNA GIORNATA DI LOTTA PER NON RINUNCIARE A DIRITTI
"Resa visibile la precarizzazione, a corteo Milano in 100mila"
Milano, 2 mag. (Apcom) - Soddisfazione della Confederazione Unitaria di Base di base per la MayDay parade di ieri a Milano. Il coordinatore nazionale della Cub Walter Montagnoli parla oggi di "una grande giornata di lotta ed anche un grande successo politico. La Mayday Parade si conferma la più importante iniziativa del Primo Maggio unica nel rendere visibile la precarizzazione del lavoro e della vita e unica nella capacità di proporre sempre nuovi temi ed aggregare nuovi soggetti".
"La novità di quest'anno - spiega Montagnoli in una nota - è stato il vasto mondo del migrariato; in tanti hanno reso visibili le loro disavventure, le paure, le minacce, lo sfruttamento. Ora dobbiamo continuare con l'azione di contrasto alla precarietà che include la proposta per l'integrazione al reddito e soprattutto per portare a 3/4 i tipi di contratto possibili per garantire a tutti pari diritti e pari tutele".
Per l'EuroMaydayParade 008, fanno sapere dalla Cub, a Milano hanno sfilato oltre 100mila persone contro la precarietà lavorativa e sociale, per rivendicare e conquistare diritti nel lavoro e oltre il lavoro. Collegamenti con le piazze americane.
"Noi - ha aggiunto Montagnoli - abbiamo ridato senso al Primo maggio che è e deve restare un giorno di lotta: ci siamo radunati per batterci non solo contro la precarietà ma anche contro la progressiva perdita generalizzata dei diritti del mondo del lavoro e per riproporre la questione sociale da tutti rimossa. Durante il lungo corteo-serpentone il clima era quello di una festa in cui si ribadisce con forza la volontà di non rinunciare ai propri diritti".

APCOM 1 5 2008
FaceBook