INCIDENTI SUL LAVORO: CUB, VERSO LO SCIOPERO - TIBONI, CONFINDUSTRIA ESPELLA CHI NON RISPETTA NORME


          
(ANSA) - MILANO, 8 DIC 2007 -
Lunedì prossimo la FlmUniti,
il sindacato dei metalmeccanici della Confederazione unitaria di base (Cub) sciopererà a Torino contro gli incidenti del lavoro dopo il grave incidente con tre morti all'acciaieria ThyssenKrupp.
Ma l'intero sindacato sta discutendo di uno sciopero generale che se sarà approvato si svolgerà nel prossimo fine settimana. Lo ha reso noto uno dei coordinatori nazionali della Cub, Piergiorgio Tiboni.
  "Ogni anno muoiono ormai un migliaio di lavoratori tra chi perde la vita all'istante e chi invece muore dopo mesi di sofferenze, per non calcolare le migliaia di persone che rimangono infortunate e spesso rimangono disabili a vita - ha denunciato Tiboni -.
E' un vero massacro
dovuto alla volontà dei padroni di non rispettare i sistemi di sicurezza per aumentare il profitto.
Per il Governo i morti sul lavoro sono considerati come incidenti stradali: le sanzioni sono del tutto nsufficienti e pochissimo si fa sul fronte dei controlli.
D'altro canto vorrei vedere chi è in grado di smentirci".
La Cub chiede a Confindustria di "espellere le aziende che non rispettano le norme" e annuncia che "se questo non accadrà redigerà una sorta di 'registro nero' con i nomi dei responsabili della sicurezza che non hanno fatto il loro lavoro cioé hanno consentito di trattare le persone come merce".
Infine "c'é un problema che riguarda la formazione, che deve essere attuata non dalle aziende ma da strutture indipendenti e pubbliche, e i poteri dei delegati dei lavoratori alla sicurezza che dovrebbero poter sospendere il lavoro in caso di rischi o impedire l'eccessivo uso degli straordinari quando è a repentaglio la salute".
(ANSA).

FaceBook