WELFARE: CUB, BOICOTTARE REFERENDUM CON RISULTATO GIA' DECISO
(ANSA) - MILANO, 2 OTT - La Confederazione unitaria di base
(Cub) invita i lavoratori e i pensionati a boicottare il referendum sul protocollo del Welfare, definito ''una truffa'', indetto da Cgil-Cisl-Uil i giorni 8, 9 e 10 ottobre.
''La consultazione - sottolinea in una nota il sindacato di base - non ha alcun valore vincolante e il risultato e' gia' deciso: cosi' si legittima con una falsa democrazia una intesa in cui hanno vinto banchieri,   Confindustria e Governo e perso lavoratori, precari e pensionati.
Non vi sono garanzie di regolarita'.
Gli aventi diritto al voto tra lavoratori e pensionati sono oltre 35.000.000 e non e' previsto nessun quorum er la validita' della votazione.
I seggi saranno gestiti da Cgil-Cisl-Uil e si votera' anche nelle loro sedi''.
Il protocollo, conclude il sindacato: ''aumenta l'eta' pensionabile e si peggiora la legge Maroni; solo 5.000 lavoratori sono rientrati nella categoria delle attivita' usuranti; sono stati ridotti i coefficienti per il calcolo della pensione che penalizzeranno i futuri pensionati a partire
da chi inizia oggi il lavoro; alle pensioni basse (il 15% degli
attuali pensionati) e' andata una elemosina; non sono state
indicizzate le pensioni in essere che continuano a perdere
potere di acquisto''.

(ANSA).
Share this post
FaceBook