WELFARE: CUB, REFERENDUM IRREGOLARE E INFORMAZIONE PILOTATA (ANSA)
   (ANSA) - MILANO, 6 OTT - La Confederazione unitaria di base
(Cub) parla di ''irregolarita''' e di ''informazione pilotata e
a senso unico'' riguardo al referendum sul protocollo del
Welfare, che si svolgera' da lunedi' a Mercoledì i' prossimi,
promosso da Cgil, Cisl e Uil. E per questi motivi ne chiede il
boicottaggio.
   ''Non vi sono garanzie di regolarita' - afferma il
coordinatore nazionale della Cub, Piergiorgio Tiboni - perche'
gli aventi diritto al voto sono oltre 35 milioni tra lavoratori
e pensionati. Inoltre non e' previsto nessun quorum per la
validita' della votazione e i seggi saranno gestiti da Cgil,
Cisl e Uil e si votera' anche nelle loro sedi oltre che nei
luoghi di lavoro''.
   Secondo il sindacato di base ''partecipare al referendum
significa solo legittimare una farsa di democrazia e nella
sostanza avallare la firma dell'accordo'' perche' ''ai
lavoratori non e' stata data la Possibilità a' di decidere sulle
proposte da presentare al Governo, ne' la delegazione alle
trattative, ne' e' stato loro chiesto di esprimersi prima di
fermare''.
   La Cub pertanto invita a boicottare la consultazione e a
continuare la mobilitazione per il rilancio della previdenza
pubblica, per un lavoro stabile e tutelato e il sostegno al
reddito.  (ANSA).

   
2007-10-06 14:02
FaceBook