(ANSA) - MILANO, 9 SET 06

Brutto ritorno dalle vacanze per i lavoratori della Apierre di Vignate (Milano), azienda specializzata nella produzione di impianti elettrici: al rientro casa, hanno scoperto l'apertura da parte dell'azienda della procedura per licenziare tutti i 53 dipendenti.

L'azienda - spiega una nota della Flmuniti-Cub - ha aperto una procedura di cessata attivita'.
''La situazione finanziare dell'Apierre - viene sottolineato dal sindacato di base in un comunicato -, che produce da 35 anni quadri elettrici, rimane sempre critica e i lavoratori hanno percepito ai primi d'agosto lo stipendio di maggio, e solo dopo le ferie lo stipendio di giugno. La retribuzione del mese di luglio, invece, verra' pagato solo nei prossimi giorni''.
Angelo Pedrini, funzionario della Cub, ha spiegato che giovedi' prossimo, in un incontro convocato in Provincia, alla presenza dell'assessore alle crisi aziendali Bruno Casati, si dovranno verificare eventuali ipotesi di ripresa produttiva e di salvaguardia occupazionale ''affinche' non vengano dispersi i progetti, i prodotti, l'occupazione e la professionalita' dell'azienda''.
La Flmuniti-Cub con la Fiom-Cgil e la rappresentanza sindacale aziendale hanno dichiarato lo stato di agitazione e hanno convocato per venerdi' prossimo un'assemblea dei lavoratori, dalle 14.30 alle 16.30, davanti allo stabilimento in via del Lavoro a Vignate.

(ANSA).

FaceBook