Shirley Zonni del sindacato Cub Trasporti: «Le scatole cinesi del proprietario non fermeranno i lavoratori. L'unica possibilità è il riconoscimento di Assohandler e la compensazione degli arretrati retributivi» 

 
Dopo essere stato spostato, è stato confermato per il 28 gennaio lo sciopero dei lavoratori della cooperativa Alpina Service, la società che si occupa dei servizi a terra dell'aeroporto veronese Catullo, come il carico e scarico dei bagagli, la pulizia o il traino degli aerei, la movimentazione dei bus e il posizionamento dei mezzi. «Le scatole cinesi del proprietario non fermeranno i lavoratori - scrive Shirley Zonni del sindacato Cub Trasporti - L'unica possibilità è il riconoscimento di Assohandler e la compensazione degli arretrati retributivi».


Nel frattempo anche i dipendenti di Ags Handling che operano nello scalo veronese sono in agitazione e i sindacati tenteranno una conciliazione in Prefettura a Verona per evitare un altro sciopero.

Shirley Zonni ha spiegato cosa intende per «scatole cinesi del proprietario». Alpina sarebbe infatti una cooperativa guidata da Filippo Cutrona «che svolge servizi in sub appalto di Ags Handling, società presieduta dallo stesso Cutrona - scrive Zonni - Con questo sistema si ottiene una drastica riduzione dei salari degli operai, perché Alpina, essendo una coop, può deliberare alcune riduzioni di salario, come il mancato pagamento della malattia, e pur essendo impegnata nel trasporto aereo passeggeri usa il contratto logistica e trasporto merci».

Ags Handling nel 2017 è stata esclusa dall'associazione datoriale di categoria Assohandling e dal novembre scorso Cutrona ha costituto una nuova società, la FC Handling, e ha informato che l'Alpina avrebbe effettuato una cessione del ramo d'azienda a FC handling, senza nessuna modifica delle paghe e dell'organizzazione del lavoro, continuando l'applicazione del contratto per il trasporto merci - conclude Zonni - Il 15 dicembre, Alpina presso lo scalo di Verona ha fatto firmare ai lavoratori la cessione del loro contratto di lavoro a FC Handling, ma poi il 21 dicembre, con una comunicazione affissa in bacheca, ha posticipato questo passaggio a data da destinarsi.


Da subito, come Cub Trasporti Verona, abbiamo attivato tutte le iniziative del caso, compreso la denuncia all’Enac e la dichiarazione di sciopero. Ed Enac che è informata di tutto per il momento tace.


Link all'articolo di Veronasera news 

FaceBook