La storia infinita: il presunto obbligo dei docenti di timbrare il cartellino e una singolare sanzione

All'inizio dell'anno scolastico sembrava definitivamente risolto il  contenzioso che opponeva molti dirigenti scolastici ai docenti sul dovere per i docenti stessi di timbrare il cartellino  all'ingresso ed all'uscita dall'edificio scolastico.
Lo stesso MIUR (Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca), dopo che il Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione aveva dato parere negativo sull'obbligo di timbrare, aveva riconosciuto come non sanzionabile il rifiuto di sottostare a quest'obbligo dove la timbratrice è stata
installata senza una delibera del Consiglio di istituto ed un accordo con la rappresentanze sindacali si istituto. La documentazione nel merito è disponibile sul sito http://www.cubscuolatorino.netfirms.com/ .

A rimettere in discussione la situazione ha provveduto il professor Mario Perrini, Dirigente Scolastico del Liceo Galileo Ferraris di Torino nonché autorevole esponente dell'ANP, il potente sindacato dei dirigenti scolastici, che ha sanzionato con l'avvertimento scritto il professor
Sergio Morina colpevole, a suo avviso, di non aver timbrato il cartellino.

Il professor Morina,
con l'assistenza del sindacato CUB Scuola, ha fatto ricorso contro la sanzione per riaffermare le ragioni di fondo della sua scelta e cioè l'opposizione al dilapidio di pubblico denaro determinato dall 'introduzione delle timbratrici e alla pretesa di controllare mediante
uno strumento inadeguato qual è la timbratrice un lavoro che, a termini di legge, viene documentato mediante la firma sul registro di classe.

La CUB scuola ritiene evidente che, se lo stesso MIUR ha riconosciuto la non sanzionabilità del rifiuto di timbrare, non si comprende quali siano le > ragioni della scelta del professor Perrini. In ogni caso, è evidente che è in gioco la libertà sindacale che molti, troppi, dirigenti ritengono un vincolo all'esercizio del loro potere.
Torino, 12 aprile 2005

                                                                                CUB Scuola

FaceBook