Le liste vanno presentate dal 17 ottobre al 4 novembre 2006
Si vota fra il 4 ed il 6 dicembre. L'organizzazione della votazione è a cura della Commissione Elettorale.
Utilizzare i modelli prodotti dal sindacato

Il presentatore di lista
La firma del presentatore di lista deve essere autenticata dal Dirigente Scolastico.
La lista può essere presentata da qualsiasi lavoratore in servizio presso l'istituto che deve, a questo scopo, essere delegato dal sindacato. Utilizzare il modello prodotto dal sindacato.
Il presentatore di lista può essere anche sottoscrittore della lista.
Nel caso vi siano difficoltà a trovare il presentatore, la lista può essere presentata da un dirigente della CUB Scuola.
 
Chi si può candidare?
L'elettorato passivo, in parole semplici, il diritto candidarsi è riconosciuto solo al personale di ruolo anche a tempo parziale.
I docenti in utilizzazione o assegnazione provvisoria possono candidarsi solo nelle scuole di titolarità.
Il numero dei candidati di ogni lista non può superare di oltre un terzo il numero dei delegati RSU da eleggere. Al massimo i candidati possono essere 4 dove si eleggono 3 delegati e 8 dove, nelle scuole con oltre 200 dipendenti, se ne eleggono 6.
Non c'èè un numero minimo di candidati ma è bene presentare una lista la più robusta possibile.
Non è necessario che il candidato sia iscritto al sindacato.

Chi non si può candidare?
Ï    Il presentatore di lista
Ï    i membri della commissione elettorale
Ï    i precari. È una porcheria alla quale siamo contrari ma le  cose stanno così.

I sottoscrittori di lista
Ï    possono essere anche candidati
Ï    hanno titolo a sottoscrivere tutti i lavoratori, precari - se annuali o sino al termine delle lezioni - e di ruolo
Ï    devono essere in numero superiore al 2% dei dipendenti in servizio, ad esempio 4 su 200, è bene raccogliere qualche firma oltre lo strettamente necessario per sicurezza

Attribuzione dei seggi
I seggi saranno attribuiti secondo il criterio proporzionale, prima alle liste che avranno ottenuto il quorum che si definisce dividendo il numero dei votanti per il numero dei seggi previsti e, successivamente, fra le liste che avranno ottenuto i migliori resti
           

Torino 12 settembre 2006

CUB Scuola
 

FaceBook