6133.gifNO al lavoro domenicale, continuano le lotte a Melfi: 8 ore di sciopero domenica 16 luglio 2006 alla FIAT-SATA di Melfi e Aziende Terziarizzate.

8 ore di sciopero domenica 9 e 16 luglio 2006 alla FIAT-SATA di Melfi e Aziende Terziarizzate
Il bilancio dello sciopero di domenica 2 luglio non può non mettere in luce i risultati positivi con l’adesione del 70% circa dei lavoratori della SATA di Melfi e aziende Terziarizzate, i quali, hanno capito che in questi ultimi anni sono complessivamente peggiorate le condizioni di lavoro a Melfi grazie ai sindacati concertativi (fiom-cgil  uilm-uil  fim-cisl  fismic failms-cisal), mentre sono aumentate le disuguaglianze nei redditi, nei diritti, nei poteri.
Cresce a Melfi, principalmente in SATA, la precarizzazione del lavoro, che colpisce in modo selvaggio tutti i giovani lavoratori, e che sempre più spesso incombe sulle lavoratrici e sui lavoratori di mezza età, con la minaccia di vedersi sottrarre all’improvviso, con una chiusura d’azienda, quel minimo di benessere così faticosamente conquistato.
Com’è avvenuto per la CF GOMMA SUD e REJNA, che improvvisamente hanno chiuso battenti, con l’ausilio dei sopraccitati sindacati concertativi, lasciando fuori circa 100 lavoratori (oltre il 50% di mezza età) con le loro rispettive famiglie, senza più Possibilità à di reinserimento lavorativo.  Oppure come sta succedendo in ITCA Produzione o TIBERINA Melfi, le quali, hanno incentivato i licenziamenti volontari dei lavoratori a tempo indeterminato per poi utilizzare il lavoro precario in modo selvaggio.
Per FLMUNITI –
CUB la precarizzazione del lavoro è il primo avversario in Basilicata, è da combattere con tutte le forze.  È necessario un radicale cambiamento nei comportamenti concreti, nelle azioni istituzionali, nel linguaggio e nella cultura per combattere, arrestare, invertire il corso della riduzione a forme sempre più precarie dell’occupazione. Occorrono iniziative nei luoghi di lavoro per fermare il peggioramento delle condizioni di lavoro.
L’effetto di ritorno della globalizzazione fa si che per tutto il mondo del lavoro, sia in atto un peggioramento delle condizioni lavorative, sia dal punto di vista dell’ambiente e della salute all’interno delle fabbriche, a quello dell’aumento dei ritmi di lavoro e delle qualità delle prestazioni, sia a quello dei diritti delle persone e al mancato riposo della domenica sera
Per questi e per tanti altri motivi FLMUNITI-CUB provinciale proclama sciopero per la nona volta per:
1)    la lotta alla precarizzazione ,
2)    il diritto al riposo di domenica;
3)    la sicurezza sui luoghi di lavoro;
4)    la libertà sindacale,
5)    il reinserimento al lavoro dei cassintegrati della Cf Gomma Sud e Rejna
6)    contro l’aumento dei ritmi di lavoro;


Passa dalla tua parte organizzati………….con FLMUNITI-CUB

Partecipiamo compatti allo sciopero
Melfi 4 luglio ’06  
Federazione Lavoratori Metalmeccanici Uniti
Confederazione Unitaria di Base
Segreteria Provinciale
Venosa (PZ) Via Monsignor Virgilio 57 tel. 0972/32454 e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
FaceBook