6133.gifPOSTE ITALIANE: Stato di conflitto "permanente" nel Settore del Recapito Nazionale.Un mese di Sciopero 22 giugno 22 luglio

Milano, 12 giugno 2006
A tutti i Colleghi del Recapito
14° iniziativa di sciopero da ogni prestazione straordinaria e/o aggiuntiva (ex Area Territoriale …) in ambito nazionale.
Riproduciamo, con l'occasione, la nota formula da usare sempre ogni lavoratore dall'obbligo della prestazione aggiuntiva e/ straordinaria.


Al Sig. Direttore
Ufficio di
……………………
Il sottoscritto aderisce alle iniziative di lotta nel settore rispetto alla prestazione aggiuntiva - o come la si voglia qualificare - e ad ogni forma di straordinario.
Al fine, tuttavia, di decidere il proprio comportamento nella circostanza dell'odierna richiesta aziendale, abbisogna di sapere da che ora a che ora dovrebbe eseguire la quota parte di lavoro del collega assente (a cui corrisponderebbe l'importo proporzionale di € 35,00), poiché l'orario ordinario delle sei ore giornaliere è come da sempre utilizzato per la normale prestazione contrattuale nella propria zona.
Resto, quindi, in attesa di immediato riscontro.
Distinti saluti.
……………………, ……/……/……
Firma
Si ricorda che se non viene data nessuna risposta scritta o se viene scritto dal capo di turno “entro l'orario”, l'ordine è ineseguibile.
Se viene scritto “dopo l'orario, dalle … alle …”, tale disposizione rientra nell'art.30 CCNL (straordinario) che dovrà essere “pagato” con aliquota superiore o dal quale ci si può astenere per “qualsiasi” motivo di impegno personale o familiare.
p. Ufficio Sindacale
Sergio Grippa

============================================== 

Coordinamento di Base Delegati P.T.
aderente alla Confederazione Unitaria di Base
Milano, 12 giugno 2006
Spett.le
Poste Italiane S.p.A.
D.C.R.U.O.
00100 ROMA
Fax 06-59587979
Spett.le
Commissione di Garanzia
Legge 146/90
00100 ROMA
Fax 06-85986095
OGGETTO: Stato di conflitto “permanente” nel Settore del Recapito Nazionale.
Sciopero, Legge 146/1990 e 83/2000.
Si conferma la precarietà strutturale, con effetti negativi sulla qualità del servizio – per cui si registrano centinaia di lamentele pubbliche e private – e sulle condizioni di lavoro, e l'indisponibilità pervicace della societàà ad ogni innovativa contrattazione utile a rivedere non solo gli accordi vecchi, nuovi e rinnovati, ma l'intera organizzazione del settore.
Con riferimento al verbale di mancata conciliazione in sede ministeriale del 4 aprile scorso, viene quindi proclamata – con le medesime modalità – la 14° iniziativa di sciopero da ogni prestazione straordinaria e/o aggiuntiva (ex Area Territoriale …) in ambito nazionale.
Si diffida Poste Italiane S.p.A. ad attivare lo strumento disciplinare contro i lavoratori aderenti a qualsiasi titolo.
Distinti saluti.
p. Coordinamento Nazionale R.S.U.
Lorenza Favaro
Il Responsabile Legale Nazionale
dr. Enzo Galdo

Via Teodosio 9, 20131 MILANOTel/Fax 02-2663474 E-Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cub.it

FaceBook