Nokia Siemens Network: No alla P.S. che fa il contropicchetto per impedire ai lavoratori di uscire dalla fabbrica e protestare contro le esternalizzazioni e i licenziamenti.


La Forza Pubblica interviene nelle lotte Nokia Siemens Network di Cassina de’ Pecchi e impedisce al corteo dei lavoratori di uscire dai cancelli durante l’ora di sciopero decisa per affiggere sulla Strada Padana Superiore lo striscione:
Nokia leader mondiale dei telefonini hiude le fabbriche e rapina le tecnologie.
Nell’ambito delle iniziative di lotta contro la esternalizazzione avviata il 12 settembre e dei previsti licenziamenti oggi dalle 10,30 i lavoratori in sciopero si sono avviati alla portineria ma sono stati fermati da tre cellulari della P.S. e solo dopo varie discussioni è stata fatta uscire “sotto scorta” una delegazione che ha affisso lo striscione.
Il sindacato FLMUniti-CUB protesta contro l’intervento della forza pubblica che intimidisce e vuole evitare e depotenziare le lotte dei lavoratori.
FLMUniti-CUB chiede alle istituzioni e al governo un intervento
affinché si affronti positivamente la vertenza evitando l’intervento improprio della forza pubblica nelle lotte.

Sede di zona: Cassina de' Pecchi via Marconi 38
20131 Milano - V.le Lombardia, 20 -
e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 


 

FaceBook