OGNI RSU PUO’ INDIRE L’ASSEMBLEA SINDACALE IN ORARIO DI SERVIZIO


IL GIUDICE DEL LAVORO DI CIVITAVECCHIA (giugno ’01) RISTABILISCE “LE POCHE REGOLE DEL GIOCO RSU”



Con un’Importante sentenza del giugno 2001, il Giudice del lavoro di Civitavecchia ha riconosciuto il DIRITTO D’INDIZIONE DI ASSEMBLEA AI SINGOli delegati PRESENTI NELLA RSU D’ISTITUTO e ai sindacati di riferimento:


"Conseguentemente ad ogni singola componente sindacale eletta nella RSU devono essere riconosciuti quei diritti e quelle prerogative prima spettanti alle organizzazioni sindacali costituite in RSA…

Priva di alcun pregio è, inoltre, la tesi che pretende di correlare gli art. 2 e 10 del contratto collettivo nazionale quadro del 7 agosto 1998 con l'art. 8 comma 1 dell'accordo collettivo quadro per la costituzione delle rappresentanze sindacali unitarie per il personale dei comparti delle pubbliche amministrazioni del 7 agosto 1998, a norma del quale "le decisioni relative all'attività della RSU sono assunte a maggioranza dei componenti": l'art 8 cit. infatti, disciplina unicamente l'attività delle RSU, non già l'esercizio delle prerogative sindacali delle sue componenti…

Quanto al diritto di indire assemblee sindacali, esso, quindi, deve essere riconosciuto non solo alla RSU in quanto tale, bensì anche alle singole associazioni sindacali elette in seno alla RSU."


GIA’ a Febbraio un altro GUDICE DEL LAVORO A CREMA SI ERA ESPRESSO ANALOGAMENTE SUL RICORSO DEI CHIMICI DELLA CUB (ALLCA/CUB): DIRITTO PER OGNI SINGOLO ELETTO RSU DI INDIRE L’ASSEMBLEA DEI LAVORATORI IN ORARIO DI SERVIZIO.


Giugno 2001


CUB Scuola

Corso Regio Parco 31 bis 10129 Torino

Tal fax 011-282929 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Richiedi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. il testo della sentenza









FaceBook