CUB Trasporti: RIUSCITO LO SCIOPERO DEL 26.10.2012 NEGLI AEROPORTI IN  PARTICOLARE A MALPENSA, LINATE E FIUMICINO MA ANCHE IN ALTRI AEROPORTI  NAZIONALI. ALTE LE PERCENTUALI TRA GLI SCIOPERANTI NELL’INDOTTO (PULIZIE E MENSE) E TRA GLI ADDETTI DELL’HANDLING

 


RIUSCITO LO SCIOPERO DEL 26.10.2012 NEGLI AEROPORTI IN PARTICOLARE A MALPENSA, LINATE E FIUMICINO MA ANCHE IN ALTRI AEROPORTI NAZIONALI (FIRENZE, CATANIA, ECC.) 
SIGNIFICATIVE LE ADESIONI ANCHE IN ALITALIA IN PARTICOLARE NELLA DIVISIONE MANUTENZIONI DI FIUMICINO
  ALTE LE PERCENTUALI TRA GLI SCIOPERANTI NELL’INDOTTO (PULIZIE E MENSE) E
TRA GLI ADDETTI DELL’HANDLING 
OLTRE 10 LE CANCELLAZIONI DEI VOLI SOPRATTUTTO NELLA TRATTA ROMA-MILANO E DIVERSI I RITARDI NELLA PROGRAMMAZIONE ORARIA 

LO SCIOPERO NAZIONALE DEL TRASPORTO AEREO DEL 26.10.2012 (ORE 13,00-17,00)
E’ STATO PROCLAMATO DALLA CUB Trasporti 

. CONTRO I LICENZIAMENTI, LA PRECARIETÀ, I TAGLI SALARI E I PEGGIORAMENTI NORMATIVI
. PER L’APPLICAZIONE DELLA CLAUSOLA SALVAGUARDIA E L’ASSUNZIONE DEI PRECARI
. A SOSTEGNO DEL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA CATEGORIA ORMAI SCADUTO DA QUASI 10 MESI 
Da anni i lavoratori del comparto aereo e del suo indotto sono asfissiati dai sacrifici: il settore è stato sferzato in “lungo ed in largo” da interventi che sono costati lacrime e sangue per tutta la categoria e non solo in Alitalia con i 10.000 licenziamenti “diretti”  del 2008 (4200 ex-dipendenti sono in mobilità dal 13.10.2012) e gli oltre 20.000 “indiretti” determinati nell’indotto. 

Lo stillicidio di licenziamenti, precarietà, tagli salariali, peggioramenti normativi sono proseguiti senza sosta in tutto il comparto, in un “crescendo” insostenibile. 
Negli ultimi mesi la situazione è diventata drammatica, molteplici le procedure di mobilità, cassintegrazione e sacrifici in ogni ambito e settore. Per non parlare del tentativo delle societàà del settore di scavalcare ed aggirare le norme di tutela del lavoro, come la clausola di salvaguardia per gli aeroportuali, la continuità occupazionale e delle condizioni salariali/normative nel cambio d’appalto.

Eppure negli aeroporti i passeggeri aumentano e cresce il volume delle merci trasportate da/per il nostro Paese. 

La Cub Trasporti ha deciso di dare visibilità e di unificare le vertenze esistenti. 
Seppure in settori diversi, in attività differenti, TUTTI i lavoratori del comparto sono strangolati da politiche vessatorie che hanno impoverito i lavoratori e falcidiato l’occupazione: il comparto del trasporto aereo è diventato una cattedrale della precarietà ed un laboratorio in cui le aziende “sperimentano e attivano” le politiche per erodere salari e cancellare i diritti a chi lavora.

La Cub Trasporti, auspicando che le altre sigle rompano il silenzio e superino l’attuale immobilismo, proseguirà le mobilitazione e indirà presto uno sciopero per l’intera giornata continuando a rilanciare la lotta in difesa del futuro di TUTTI i lavoratori della categoria.

Roma 27.10.2012 


CUB Trasporti
Via Cavour, 101 – 00184 Roma –Metro B Cavour
.06.48029250 - Fax 06.4828857
. Via Ponzio Cominio, 56 – 00175 Roma –Metro A Lucio Sestio
.06.76968412 - Fax 06.76983007. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -
www.cubregionelazio.it - www.cub-trasporti-fco
- http://www.facebook.com/CubTrasporti fco

 

FaceBook