Ims - Caronno Pertusella - Vasco RossiI lavoratori e le lavoratrici della IMS di Caronno Pertusella, che da mesi presidiano i cancelli della fabbrica, hanno deciso, contrariamente a quanto fissato nei giorni scorsi, di non partecipare  in segno di  protesta, alla manifestazione indetta per il 22.12.2011 a Varese dalle OO.SS. CGIL, CISL E UIL - <RASSEGNA STAMPA> - Vasco Rossi incontra i lavoratori Ims: “Sono uno di voi”.

 
RASSEGNA STAMPA

 Da www.varesenews.it
Caronno Pertusella - Bologna
Vasco Rossi incontra i lavoratori Ims: “Sono uno di voi”
I lavoratori hanno incontrato il cantautore nel suo studio di Bologna: “Sembrava di parlare con un operaio come noi”. Il rocker: “Farò di tutto per aiutarvi”

 
Ims - Caronno Pertusella - Vasco Rossi«È stato emozionante, era come parlare con un operaio come noi». Claudio Crotti è uno dei 15 lavoratori della Ims di Caronno Pertusella che per oltre un’ora e mezza, Mercoledì ì pomeriggio, hanno parlato con Vasco Rossi. Il rocker di Zocca ha infatti incontrato la delegazione di operai nel proprio studio di Bologna, dopo che lui stesso li aveva invitati. Oggetto della visita le numerose lotte che i dipendenti stanno portando avanti per non far morire l’azienda che in passato ha stampato tanti successi musicali, tra cui anche i cd di Vasco Rossi.
«Vi sono vicino in tutto quello che fate - ha detto loro il cantautore -. Non sopporto queste cose dove sono i lavoratori a pagare gli errori dei potenti. Ho seguito tutta la vostra situazione e le proteste che state portando avanti le condivido tutte. Non dovete mollare».

Vasco è anche entrato nel dettaglio della situazione dell’Ims, di cui è appena stato nominato anche il curatore fallimentare che dovrà valutare la proposta dei lavoratori di rilanciare la produzione: «Dovreste fondare una cooperativa - ha detto loro il rocker - e fare come fanno in Germania dove i lavoratori entrano nel cda dell’azienda e tengono sotto controllo le fregature che possono arrivare loro». E qui è scattata la risposta naturale dei dipendenti: «Potresti entrare anche tu nel nuovo consiglio di amministrazione». Vasco ha riso e si è limitato a una battuta: «Sarebbe bello» ha risposto.

I lavoratori gli hanno quindi consegnato un cd con tutte le immagini realizzate nel presidio permanente di via Bergamo e hanno proseguito il colloquio anche su altri piani, anche più personali. «È stato davvero fantastico poterlo incontrare - prosegue Crotti -. Sapevamo che era disponibile, ma non pensavamo così tanto. Si è dimostrata una persona sensibile, normale, sembrava uno di noi, parlava come noi. Ci era davvero vicino».
«Non sappiamo adesso cosa succederà - spiega Antonio Ferrari dei Cobas che ha seguito fin dall’inizio tutta la vicenda Ims -. È stato un semplice incontro che speriamo abbia un ottimo ritorno sulla situazione dell’azienda. Il nostro obiettivo era solo quello, non far dimenticare che c’è un’azienda che non deve morire e dei lavoratori che possono continuare a sperarlo. Vasco ci sta aiutando a realizzare questo sogno. E ci ha promesso che continuerà a farlo che lotterà con noi».

21/12/2011

Manuel Sgarella

 ***********************************************************************

COMUNICATO STAMPA

 

 

 
I lavoratori e le lavoratrici della IMS di Caronno Pertusella, che da mesi presidiano i cancelli della fabbrica, hanno deciso, contrariamente a quanto fissato nei giorni scorsi, di non partecipare  in segno di  protesta, alla manifestazione indetta per il 22.12.2011 a Varese dalle OO.SS. CGIL, CISL E UIL poiché, pur solidarizzando con tutti i lavoratori e le lavoratrici delle aziende in crisi del territorio recandosi personalmente davanti alle tante fabbriche, dalla Inda, alla Whirlpool, alla Anovo ecc. e continuando a solidarizzare a manifestazioni e presidii indipendentemente da quali OO.SS. ne siano promotrici,  privilegiando così l’unità di tutti i lavoratori e le lavoratrici, hanno visto esclusa dal tavolo territoriale che si è tenuto a Varese, con le Istituzioni Provinciali, Regionali, le Associazioni di categoria e i Sindacati, la O.S. che maggiormente li rappresenta.
 
I lavoratori e le lavoratrici della IMS pur ritenendolo un fatto grave e offensivo nei loro confronti continueranno a portare avanti la loro lotta, unitariamente e al di là dell’ O.S. di appartenenza.
                               
I LAVORATORI IMS

Caronno Pertusella (Va) 19.12.2011
 
A.L.Cobas-Cub
Via Pasubio, 8
21013 Gallarate (Va)
Tel: 0331 076413/0331 772337
Fax 0331/1832254
E.mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito Internet:
www.cubmalpensa.it
Pagina Facebook:
http://www.facebook.com/pages/AL-Cobas-Cub/257340237610055

 ************************************************************************

Rassegna stampa
Varesenews on line

Caronno Pertusella
Natale al presidio Ims, tra speranze e albero fatto di CD di Vecchioni, Manonegra e altri “addobbano” l’albero natalizio all’ingresso della protesta. Montato il tendone per gli spettacoli, mentre ogni giorno molte persone portano spesa e panettoni ai lavoratori
Un clima natalizio di speranza per i lavoratori dell’Ims di Caronno Pertusella. È quello che si respira al tendone di protesta dei lavoratori dell’azienda di via Bergamo. Luogo ormai diventato un luogo simbolo di tutti i lavoratori del saronnese, non solo contro la situazione che stanno vivendo, ma contro la crisi in generale. «Non passa giorno che non passi qualche cittadino a lasciarci qualcosa da mangiare, un panettone o un pandoro - racconta Luigi Maiocchi -. Nella situazione che stiamo vivendo tutto questo ci fa sentire la vicinanza delle persone».
Ma non solo. Nei giorni scorsi è passato anche il parroco del paese, don Franco Antonio, che, tramite una cena tra coscritti, ha raccolto 530 euro con lo scopo di destinarli alla prestata dei lavoratori. La Caritas ha donato 100 euro per acquistare il gasolio per il riscaldamento nel tendone. Situazione che permette di continuare la protesta. Inoltre, anche un ristorante della zona ha offerto una cena natalizia per cento persone che si svolgerà nei prossimi giorni, per allietare il clima di festa dei dipendenti.
Intanto, il comune di Caronno ha fornito un maxi-palco di 20 metri per 10 dove si effettueranno spettacoli, dibattiti e concerti che avranno come scopo quello di far parlare della situazione dei lavoratori. Il palco è stato montato in queste ore, mancano alcune rifiniture, ma è quasi completato.
La situazione dei lavoratori vive un momento di stallo, dopo l’incontro avvenuto con il curatore fallimentare nel fine settimana. Curatore che si è espresso con interesse alla Possibilità à ventilata dai dipendenti di poter far ripartire la produzione.
Intanto, l’atmosfera al presidio è ottimistica: «L’incontro con il curatore ci fa ben sperare - racconta Enza, un’altra dipendente -. Dopo tutto quello che abbiamo passato ci vorrebbero delle belle notizie. Noi le attendiamo. Intanto, in questo clima natalizio è la vicinanza delle persone che ci sta scaldando». ÔÇ¿
Il fuoco al presidio è sempre accesso fuori dal tendone. Come segno di protesta, ma soprattutto per scaldarsi dal freddo. Il palco è stato montato. Come anche gli addobbi natalizi fuori dalla tenda, il presepe costruito dai lavoratori e il singolare albero di Natale. «Lo abbiamo realizzato con i Cd di prova di quando lavoravamo - racconta Luigi -. ci sembrava un giusto omaggio al nostro lavoro e al Natale». Sull’albero si vedono i cd di tanti nomi famosi, come Roberto Vecchioni e Manonegra, ma anche i normali Babbo Natale e un articolo della costituzione, il primo: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”. Al di là di ogni politicizzazione.
Da Varesenews.it
20/12/2011 di Manuel Sgarella

***********************************************************************
Caronno Pertusella
Mercoledì ì l’incontro tra Vasco Rossi e i lavoratori Ims
Una delegazione di dipendenti andrà a casa del rocker a Bologna: “Un nuovo interessamento del cantautore per la nostra situazione”
Un regalo di Natale aspettato da tempo. I lavoratori della IMS di Caronno Pertusella incontreranno Mercoledì ì 21 dicembre Vasco Rossi, il cantautore per cui in passato hanno stampato i cd di numerosi successi.
Proprio al rocker di Zocca i 130 dipendenti si erano rivolti per chiedere appoggio e solidarietà, subito dopo aver scoperto che l'azienda era in crisi, nonostante non fosse colpa del mercato.
Vasco Rossi fu il primo cantante a rispondere alla loro richiesta di aiuto e a dare loro la propria solidarietà, promettendo anche che un incontro con i lavoratori.
Ora, a soli quattro giorni da Natale, arriva la bella notizia che, dopo l’incontro positivo con il curatore fallimentare dell’azienda, riaccende ulteriormente le speranze dei dipendenti. «Per ora i lavoratori della IMS si recheranno da lui sperando che in seguito sarà Vasco a venire a Caronno Pertusella - spiega Antonio Ferrari dei Cobas che ha curato tutta la vicenda -. Già in precedenza Vasco Rossi aveva risposto prontamente all’appello fatto dai lavoratori della IMS, con una lettera che sollecitava chi ha la responsabilità à ad intervenire affinchè i lavoratori non perdessero il lavoro. Una delegazione di lavoratori e lavoratrici si recherà a Bologna dove saranno ricevuti da Vasco. I lavoratori rinnoveranno l’invito a  venire da al presidio, magari nell’anno nuovo, oltre a ringraziarlo per la sua attenzione e interessamento alle problematiche che i lavoratori, in quanto tali, si trovano ad affrontare».
Vasco non è stato l’unico artista a sostenere la protesta dei dipendenti dell’Ims. A lui si sono aggiunti anche Francesco Guccini e Caparezza, che hanno ribadito la propria vicinanza ai lavoratori.

Da Varesenews.it
20/12/2011 di Manuel Sgarella

 

 

FaceBook