CUB Informazione - Rinnovato  il contratto nazionale degli eserczi cinematografici. UNA INACCETTABILE BEFFA, PEGGIORATA LA NORMATIVA - LEGGITTIMATO L'ABUSO DI PRECARIETÀ E DEGLI APPALTI -AUMENTATA LA FUNGIBILITÀ ED I CARICHI DI LAVORO - EROGATA UN'ELEMOSINA SALARIALE - AL 3°LIV. SUPER UN AUMENTO NETTO DI EURO 1,01 AL GIORNO.


PRENDI IL VOLANTINO DA DISTRIBUIRE .zip


CUB Informazione

RINNOVATO IL CONTRATTO NAZIONALE DEGLI ESERCIZI CINEMATOGRAFICI UNA INACCETTABILE BEFFA PEGGIORATA LA NORMATIVA


LEGGITTIMATO L'ABUSO DI PRECARIETÀ E DEGLI APPALTI
AUMENTATA LA FUNGIBILITÀ ED I CARICHI DI LAVORO EROGATA UN'ELEMOSINA
AL 3°LIV. SUPER UN AUMENTO NETTO DI EURO 1,01 AL GIORNO

 (...CIRCA 15 CENTS/EURO L’ORA!)

DOPO UN ANNO DI RINVII E DI TRATTATIVE-FARSA ECCO IL PACCO NATALIZIO FIRMATO DA AZIENDE E CGILCISLUIL

Dopo 11 mesi di serrate trattative per il rinnovo del contratto, svoltesi in piena armonia tra le parti e senza recare disturbo alcuno alle aziende, la delegazione datoriale con i suoi sindacati è giunta ad un accordo che graverà sul futuro della categoria sia dal punto di vista normativo sia economico.

PARTE ECONOMICA
Gli aumenti salariali sono insignificanti e ridicoli per qualsiasi livello e non consentono alcun recupero del potere di acquisto degli stipendi. Eppure non si può certo parlare di crisi in questo settore (ad esempio, i multiplex segnano un + 17%! Per un lavoratore al 3° livello l'aumento lordo, da gennaio 2011 a luglio 2013, è di euro 34,47 al mese, ovvero circa 1 Euro netto al giorno e 15 centesimi l’ora! Inesistente e ridicola l'una tantum forfettaria e rateizzata in due comode (…per l’azienda!) tranches a gen e mar 2012. La paga da fame resterà tale, costringendo i lavoratori, pur di arrivare alla fine del mese, ad effettuare gli straordinari, a rinunciare ai riposi e ai permessi nonché a lavorare nelle giornate festive!

PARTE NORMATIVA
Nel rinnovo del CCNL si sancisce che le aziende avranno mano libera sull'utilizzo sia dei contratti a termine ed interinali sia degli appalti, senza che né i sindacati né le RSU potranno esercitare alcun margine di controllo. Le OO.SS. firmatarie ignorando anche le richieste dei loro iscritti, hanno rinunciato ad inserire vincoli e percentuali all’abuso di precarietà e di appalti. Né hanno voluto arginare l’abuso di part-time o normare la stabilizzazione/trasformazione dei contratti precari, i trasferimenti o le altre forme di arbitrio datoriale sulla gestione dei lavoratori. Per il personale dei cinema monosala e multisala, danneggiando le professionalità acquisite e aumentando i carichi di lavoro, viene intensificata la fungibilità dei livelli 3 e 4, ai quali vengono assegnate nuove mansioni (ad es. la manutenzione ordinaria degli impianti di condizionamento!) o esteso il ricorso a mansioni plurime (servizi di sala e ristorazione). Per il personale dei cinema multiplex, il peggioramento è affidato ad una commissione paritetica (ma chi controllerà i controllori?) che porterà a compimento l’opera entro il 30.6.2012. Per quanto riguarda la digitalizzazione ed i tanto ventilati esuberi, nessuna reale limitazione ai licenziamenti viene definita in questo contratto (solo commissioni e procedure informative): ben altro si sarebbe dovuto fare per arginare la facoltà delle aziende di procedere con i licenziamenti collettivi.

RAPPRESENTANZA E RELAZIONI SINDACALI
Nel contratto esiste una profusione di organismi (commissioni, enti bilaterali, osservatori, ecc.), spesso inutili e ridondanti, che aumentano il costo complessivo del contratto e si riveleranno utili soltanto a ricollocare frattaglie di burocrazie sindacali e datoriali, al solo fine di rendere esecutive le direttive padronali. Qualsiasi potere decisionale viene sottratto a lavoratrici e lavoratori e demandato agli apparati sindacali delle organizzazioni firmatarie, senza alcuna Possibilità à di intervento e “di parola” della categoria. Nei grandi gruppi il potere decisionale è, di fatto, “scippato” anche alle RSU ed affidata ad un esecutivo paritetico di 9 componenti (3 per sindacato firmatario) nominati dalle segreterie.

 TENTANO DI VANIFICARE L’INCISIVITÀ DELLO SCIOPERO: PROVANO AD IMBAVAGLIARE ED IMMOBILIZZARE I LAVORATORI DALLA CONCERTAZIONE ALLA CO-GESTIONE: CGILCISLUIL VERSO LA COMPLETA METAMORFOSI!

Sulle controversie e lo sciopero, viene introdotta una procedura che, imponendo consultazioni obbligatorie di 3+3+3 giorni minimi precedenti al ricorso a qualsiasi azione sindacale o giudiziale, ne vanifica nei fatti ogni potenzialità.

E PENSARE CHE I SOLITI NOTI DEFINIVANO “POCO CREDIBILI” E “DA LIBRO DEI SOGNI” LE RIVENDICAZIONI FORMALIZZATE NELLA PIATTAFORMA CONTRATTUALE DALLA CUB-Informazione:
SLC-FISTEL-UILCOM CON LA LORO FIRMA HANNO AVALLATO E SOTTOSCRITTO LE PRETESE PADRONALI, MORTIFICANDO LE ASPETTATIVE DI UNA INTERA CATEGORIA E CALPESTANDO LE RICHIESTE DEI LAVORATORI .
E' ORA DI RESPINGERE L'ARROGANZA PADRONALE E DI DIRE BASTA AL SERVILISMO DEI SINDACATI CHE HANNO SOTTOSCRITTO L'ENNESIMA DISFATTA NELLA NOSTRA CATEGORIA ORGANIZZIAMO LA LOTTA!

CON LA CUB Informazione CAMBIARE SI PUÒ CUB Informazione

Roma 12 12 2011

CUB-Informazione
Via Cavour, 101 – 00184 Roma – Metro B Cavour -
tel. 06.48029250 - Fax 06.4828857
Via Ponzio Cominio, 56 – 00175 Roma – Metro A Lucio Sestio
tel. 06.76968412- Fax 06.76983007
WWW.CUB.IT – WWW.REGIONELAZIO.IT - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

FaceBook