NEWS GIOVEDI'CUB Scuola - BASTA PRECARIATO! - LAVORO DIRITTI  DIGNITA’ - Facciamo sentire le nostre ragioni: partecipiamo in massa alle convocazioni per le nomine e trasformiamole in presidi e manifestazioni a difesa del nostro diritto al lavoro e ad un reddito dignitoso. Venerdì 27 ore 9,00 - Liceo d’Azeglio – via Parini 8 / Lunedì 30 ore 9,00 - Liceo d’Azeglio – via Parini 8 - Martedì 31 ore 9,00 - IM Berti – via duchessa Jolanda 27


PRENDI IL VOLANTINO IN FORMATO .pdf


BASTA PRECARIATO!
LAVORO DIRITTI  DIGNITA’


Vediamo in questi giorni gli effetti concreti della “riforma Gelmini” anche sulla scuola secondaria superiore: risorse falcidiate e altri 41.000 posti di lavoro cancellati cioè un passo ulteriore verso la generale precarizzazione della pubblica istruzione e del lavoro nella scuola. Nella sola provincia di Torino quest’anno si perdono centinaia di cattedre e le conseguenze sono drammaticamente evidenti: moltissimi soprannumerari, cioè dipendenti a tempo indeterminato rigettati nella precarietà, e tantissimi precari che non lavoreranno o si dovranno accontentare di qualche spezzone orario sparso su più scuole.
La riforma è in realtà uno straordinario licenziamento di massa le cui prime vittime sono i precari, anche quelli con molti anni d’insegnamento alle spalle. Tutti i precari, ben al di là dei giochini a dividere condotti fin qui da Governo e sindacati compiacenti. La proliferazione di posizioni (abilitati non abilitati, siss non siss, ad esaurimento o meno, inseriti in coda o a pettine, con accesso alla “salva precari” o no, ecc…) è soltanto funzionale a frammentare una categoria già fortemente divisa, alimentare gli egoismi e indebolire ogni protesta.
I tagli però, non sono tanto il destino ineluttabile che ci vogliono far credere, quanto il portato di scelte politiche dissennate con le quali si privilegiano spese militari, grandi opere e grandi eventi (su cui è possibile lucrare commesse e mazzette), a scapito dei servizi sociali fondamentali: scuola, sanità, assistenza, previdenza.
Per questo dobbiamo reagire, conquistare la massima unità possibile e ripartire dalla protesta. Oggi abbiamo una sola Possibilità à, organizzarci e lottare per cancellare le manovre di Tremonti e Gelmini e, contemporaneamente, rivendicare forti finanziamenti per la scuola statale in modo da garantire almeno:
tetto massimo di 25 alunni per classe,
sostegno per i disabili,
sostituzione del turn over,
assunzione a tempo indeterminato su tutti i posti vacanti o comunque disponibili,

Facciamo sentire le nostre ragioni: partecipiamo in massa alle convocazioni per le nomine e trasformiamole in presidi e manifestazioni a difesa del nostro diritto al lavoro e ad un reddito dignitoso.

Venerdì 27 ore 9,00 - Liceo d’Azeglio – via Parini 8 – Torino
Lunedì 30 ore 9,00 - Liceo d’Azeglio – via Parini 8 – Torino
Martedì 31 ore 9,00 - IM Berti – via duchessa Jolanda 27 - Torino

 Corso Marconi 34 Torino            Tel/fax 011.655897 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. http://www.cubpiemonte.org

 

 

FaceBook