<< ANSA >> MANOVRA FINANZIARIA: CUB; 25/6 SCIOPERO GENERALE, PIATTAFORMA PIU' RADICALE DI CGIL


   (ANSA) - MILANO, 5 GIU - Non solo la Cgil ha proclamato lo sciopero generale per il 25 giugno contro la manovra economica  del Governo. Lo ha deciso anche la Confederazione unitaria di base (Cub), per tutta la giornata (a fronte per ora di quattro
ore dell'astensione del sindacato confederale) su una
piattaforma ''ben piu' radicale''.

   La Cub ''respinge su tutta la linea la manovra del Governo'' e chiede la tassazione ai grandi patrimoni, la riduzione delle spese militari, la garanzia del posto di lavoro e del reddito, la riduzione dell'orario di lavoro a parita' di salario.

   ''Lo sciopero generale - spiega il sindacato - e' di tutte le categorie sia del pubblico che del privato, una mobilitazione in totale contrasto rispetto a una manovra economica che mette le mani nelle tasche di lavoratori e pensionati. In alternativa a quest'ennesima macelleria sociale - continua la Cub - una manovra economica che mette le mani nelle tasche dei lavoratori, proponiamo la tassazione dei grandi patrimoni, il taglio drastico delle spese militari, la lotta senza quartiere all'evasione fiscale, destinando queste risorse recuperate a garantire il lavoro ai giovani e perche' nessuno il lavoro lo perda''.

   Il sindacato di base ''rivendica inoltre la riduzione dell'orario di lavoro a parita' di salario, la trasformazione a tempo indeterminato dei contratti precari, la continuita' del
reddito percepito per cassaintegrati e precari, e la tutela dei diritti sociali, come sanita', pensioni, casa, studio, ambiente, e la lotta agli omicidi sul lavoro''.

   La manifestazione nazionale si svolgera' a Milano, con partenza da largo Cairoli alle 9.30, mentre numerosi cortei si terranno nei principali capoluoghi e citta'.

(ANSA).

 

 

FaceBook