In auto a Magenta per la Novaceta - Sabato mattina 5 giugno CORTEO automobilistico per le vie della cittadina. Cippo, ALLCA-CUB: “Al 31 maggio nessuna offerta conclusiva, nessun piano industriale scritto e nessun imprenditore in vista”. La mobilitazione prosegue.


In auto a Magenta per la Novaceta


Domani, Sabato mattina 5 giugno CORTEO automobilistico per le vie della cittadina. Cippo, ALLCA-CUB: “Al 31 maggio nessuna offerta conclusiva, nessun piano industriale scritto e nessun imprenditore in vista”. La mobilitazione prosegue.

 Nessuna nuova per la Novaceta, e per questo la CUB e i lavoratori in presidio domani dalle 10 alle 13 hanno organizzato un corteo in auto che attraverserà le vie di Magenta, con l’obiettivo di far conoscere le ragioni della lotta e raccogliere la solidarietà della cittadinanza.

A distanza di 5 mesi dall'inizio del Presidio in Novaceta, storica azienda chimica-tessile di Magenta, produttrice di fibra di acetato di cellulosa, con quasi 200 lavoratori, che ha visto questi ultimi prima dal 14 dicembre scorso in presidio, e poi dal 12 gennaio la loro occupazione della fabbrica, con gruppetto permanentemente sul tetto dello stabilimento.

“Le cose sono sostanzialmente ferme” Informa Giovanni Cippo dell’ALLCA-CUB. “Negli ultimi due incontri tenuti uno in comune a Magenta e l'altro al Ministero, a Roma, i vertici dell'azienda, rappresentata dai signori Marcobi e Fantoni, ha presentato alle istituzioni e al sindacato un'ipotesi di piano industriale abbozzato solo verbalmente”.

 Per quanto riguardava i terreni e gli immobili, due condizioni presupponevano da una parte il reperimento di un investitore che entrasse nelle societàà con capitale fresco e dall’altra l'aiuto da parte della parte pubblica con l'intervento di Itainvest nella nuova societàà.

“L'azienda ci comunicava che la conclusione con l'imprenditore era prevista per il 31 maggio come da preaccordo firmato, ma a oggi non ci risulta nessuna offerta conclusiva, non è stato presentato alcun piano industriale e non c'è in vista alcun imprenditore” continua Cippo.
 
Nei giorni scorsi è stato richiesto alle istituzioni e all'azienda un incontro urgente da tenersi quanto prima per valutare il da farsi e per decidere la linea da assumere nel momento in cui sia chiarito se questa proprietà sia o meno in grado di far ripartire l'attività produttiva.

“L'attività produttiva può e deve ripartire al più presto o con l'attuale proprietà o con altri imprenditori che potrebbero essere interessati e che si stanno rivolgendo a noi” conclude Cippo. “Proprio per questo la mobilitazione prosegue su tutti i fronti”.

 

Magenta 4 giugno 2010.

ALLCA-CUB
Confederazione Unitaria di Base
V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409
 

 

 

FaceBook