La CUB esprime solidarietà per il mancato rinnovo del contratto d'affitto a Radio Blackout


La Confederazione Unitaria di Base ritiene la decisione del Comune di Torino di non rinnovare il contratto di affitto dei locali siti nella palazzina di Via Cecchi a Radio Blackout molto grave e lesiva della libertà di espressione.
La decisione
del sindaco Sergio Chiamparino rappresenta una ritorsione nei confronti di una radio scomoda e che molti vorrebbero vedere chiusa.
Una radio che ha sempre dato voce ai movimenti popolari, alle lotte dei lavoratori, degli immigrati, senza sconti denunciando quelli che sono i poteri forti e tutti coloro i quali vogliono mettere sempre di più “le mani sulla città”.
La Confederazione Unitaria di Base esprime, quindi la più sentita solidarietà a tutti i compagni della redazione di Radio Blackout e si impegna a sostenerli nella loro azione a difesa della libertà di espressione.

Confederazione Unitaria di Base/Piemonte


Torino, 6 febbraio 2010

Confederazione Unitaria di Base
Corso Marconi 34, 10125 Torino Tel/fax 011.655.897
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  www.cubpiemonte.org

 

 

 

FaceBook