FIAT e sindacati concertativi dentro a Palazzo Chigi e i lavoratori fuori sotto la pioggia

 
Oggi incontro FIAT a Palazzo Chigi e presidio di lavoratori delle fabbriche di Arese, Pomigliano, Termini Imerese. Pariani, FLMUniti-CUB: “Difesa dell’occupazione, riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario e che l’azienda presenti un piano di investimenti credibile.”
 
“Oggi siamo davanti a Palazzo Chigi per la distribuzione del lavoro tra i vari stabilimenti, la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, evitare di impiegare la cassa integrazione strumentalmente per espellere i lavoratori dalle fabbriche”. Netta è la posizione quella di Carlo Pariani dell’FLMUniti della CUB, quest’oggi a Roma in occasione dell’incontro tra i vertici FIAT e quelli di Palazzo Chigi, insieme ai lavoratori oltre che di Arese, di Pomigliano d’Arco e di Termini Imerese.
 
“Tutte le previsioni dell’azienda automobilistica di Torino, e di Marchionne si sono rivelate un colossale imbroglio pronto a essere riproposto per Chrysler, tra annunci di nuove produzioni entro il 2014 e il raddoppio della produzione di auto da 1,3 a 2,8 milioni” rincara la dose il sindacalista. “Siamo stufi di piani ottimistici fondati su investimenti che definire inadeguati è un eufemismo”.
 

L’FLMUniti rivendica inoltre un piano industriale che sia realistico supportato da investimenti significativi, con un impegno per lo sviluppo di auto a basso impatto ambientale, metano e gpl e soprattutto l’ibrido l’elettrico-idrogeno, in modo tale da riportare in Italia la produzione oggi de localizzata all’estero.

Milano, 22 dicembre 2009.

FLMUniti-Cub
Confederazione Unitaria di Base
V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409

 

 

 

FaceBook