7601.gifBUON NATALE RAFFAELLA MAMMA OPERAIA SOLA, LICENZIATA PERCHE’ SI OCCUPAVA DELLA FIGLIA - CONFERENZA STAMPA Mercoledì I’ 20 ORE 12,00 SEDE NAZIONALE CUB Viale lombardia 20 Milano

 

BUON NATALE RAFFAELLA
MAMMA OPERAIA SOLA, LICENZIATA PERCHE’ SI OCCUPAVA DELLA FIGLIA CONFERENZA STAMPA

Mercoledì I’  20 DICEMBRE 2006
ORE 12,00
SEDE NAZIONALE CUB

Viale lombardia 20 Milano

Fissata a giorni l’udienza contro il licenziamento di Raffaella, mamma operaia che non poteva lasciare la figlia per strada all’uscita da scuola. Divorziata, sola, è stata cacciata perché continuava ad andare a prendere la figlia a scuola come negli anni precedenti anche se la pausa pranzo era stata ridotta da un accordo. Naturalmente le mezz’ore che prendeva le pagava con ferie e permessi. Tutto regolare. E invece…
Leggi e diritti contrattuali sono insufficienti e inadeguati ma la direzione non rispetta nemmeno quei pochi che ci sono.

INTERVERRANNO:

CHIARA TOMASETTI avvocato del lavoro
CARMINE FIORETTI responsabile CUB Cremona
ANGELO PEDRINI segreteria nazionale FlmUniti-CUB
Personalità della societàà civile e religiosa

IN PIU’: Pedrini “Direttive europee disciplinano la materia ma in Italia restano lettera morta. Eppure le aziende che adattano gli orari delle lavoratrici agli impegni familiari vengono finanziate!
Le donne pagano sempre il prezzo più alto non solo con discriminazioni dirette ma anche con il sovraccarico della necessità di lavorare per il reddito e contemporaneamente occuparsi della gestione della famiglia e dei figli. Nonostante le  direttive Europee siamo costretti a fare i conti con la brutalità del licenziamento di Raffaella provvedimento ingiusto che, oltretutto, priva quella famiglia dell’unico reddito certo”.

FaceBook