Riprendono le iniziative per costruire il futuro ad Arese - Martedì 26 settembre visita guidata al Museo Alfa Romeo

COMUNICATO STAMPA

Riprendono le iniziative per costruire il futuro ad Arese:
difendere l’esistente e portare lavoro.

-   Costituire il polo delle auto Alfa-Maserati-Ferrari.
-    costruire il polo della mobilità sostenibile;
-   Individuare  altre proposte dopo il fallimento del polo logistico di Aig-Lincoln,
-   Far rientrare i lavoratori in Cigs dove necessari e rimpiazzare le uscite.  

Martedì 26 settembre visita guidata al Museo Alfa Romeo.


Non esistono  ad oggi  prospettive di occupazione per i 350
lavoratori di Fiat Auto e i 50 di Powertrain  in Cigs da anni: Fiat Auto non si muove, i progetti legati al Polo della Mobilità Sostenibile sono fermi, non si ha nessuna traccia delle aziende che si dovevano insediare, il progetto della logistica è fallito. Tra il 2005 e il 2006 solo 80 lavoratori sono stati assunti dalle Municipalizzate del Comune di Milano e dalla Rina.

Le prospettive diventano incerte anche i settori ancora attivi:
a seguito dello spostamento delle piattaforme delle vetture Alfa a Torino, l’azienda sta letteralmente svuotando gli uffici di progettazione.
Tutto ciò è inaccettabile perché porta di fatto alla chiusura di Arese ed è in contrasto con tutti gli impegni presi da Montezemolo e Marchionne sul mantenimento della direzione tecnica dell’Alfa di Arese.
L’ iniziativa per difendere l’occupazione ad Arese viene fatta in un luogo che racchiude quasi cento anni di storia di auto e di motori. Ad Arese deve continuare ad essere presente lavoro e memoria storica.

Milano 22/0906
Confederazione Unitaria di Base
Milano:V.le Lombardia 20 –tel. 02-2666289 fax 02-70602409


FaceBook