con la quale condivide la lotta a difesa della libertà, del territorio, dei diritti dei lavoratori e dei cittadini. In Tribunale di Torino udienza lampo ha portato alla decisione di celebrare un processo per evasione a suo carico  mercoledì 23 novembre.

NoTav - LA CUB DENUNCIA L'ARRESTO DELLA COMPAGNA NICOLETTA DOSIO

La Confederazione Unitaria di Base  manifesta la sua piena ed incondizionata solidarietà e la disponibilità a mobilitarsi a sostegno di Nicoletta Dosio con la quale condivide la lotta a difesa della libertà, del territorio, dei diritti dei lavoratori e dei cittadini.

Di fronte a magistrati ed a poliziotti che per lungo tempo hanno preteso di imporle gli arresti domiciliari, Nicoletta Dosio, una militante NO TAV che sin dagli inizi si è impegnata nella lotta con inesausta generosità, ha scelto di esporsi e di pagare di persona per rendere visibile da che parte sta la violenza, l'arbitrio, la pretesa di imporsi alla popolazione della Valle di Susa e non solo.

Lo ha fatto con determinazione, con dignità, con il sostegno del movimento NO TAV nel cui percorso, nei cui obiettivi, nelle cui lotte la CUB si sente componente a pieno titolo.
Quest'arresto è, nonostante le apparenze, una sconfitta per i nemici del movimento NO TAV e della libertà proprio perché ne svela appieno la reale natura.
La CUB parteciperà con il massimo impegno e sin dall'immediato alla mobilitazione per la libertà di tutti i NO TAV ai quali è stato imposto l'obbligo di dimora se non peggio e di tutti coloro che vengono colpiti per la partecipazione alle lotte sociali.

In particolare la CUB  legherà la mobilitazione e o sciopero di domani 4 novembre contro la guerra esterna e la guerra interna contro i lavoratori alla battaglia immediata per la libertà degli arrestati e degli inquisiti.

3 Novembre 2016

CUB Piemonte

.....................................................................................................................................................

 Come ladri nella notte gli uomini delle forze dell'"ordine", mai come in questo caso il termine è inappropriato, questa mattina hanno "catturato" Nicoletta Dosio e l'hanno condotta al Tribunale di Torino dove un'udienza lampo ha portato alla decisione di celebrare un processo per evasione a suo carico per evasione mercoledì 23 novembre.

Insomma, magistrati e poliziotti sono costretti ad arrivare ad un processo, al quale la Confederazione Unitaria di Base e tutto il movimento NO TAV saranno presenti con forza che sarà l'occasione per denunciare una politica di cieca repressione contro chi resiste al degrado del territorio, all'appropriazione del pubblico denaro, alla militarizzazione della Valle di Susa.

In un momento nel quale si "scopre" quanto imprenditori e politici corrotti hanno lucrato sulle gradi opere inutili e nocive, appare evidente che l'unica "grande opera" che serve è la salvaguardia del territorio colpito da terremoti, alluvioni, frane, crolli non si rinviano a giudizio gli sciacalli che lucrano sula spesa pubblica ma cittadini e lavoratori che difendono i dritti di tutti.

La CUB  ribadisce il pieno ed incondizionato sostegno a Nicoletta Dosio e a tutti gli inquisiti a e la determinazione a porre in essere tutte le necessarie forme di lotta.


6 Novembre 2016   

FaceBook