RINVIATI A GIUDIZIO I DIRIGENTI DEL TEATRO NON LUOGO A PROCEDERE PER I 4 EX SINDACI

Questa mattina, il Gup dott. Alessandra Simion, ha deciso in merito al procedimento aperto nei confronti di quattro ex sindaci di Milano e di cinque dirigenti del Teatro alla Scala, indagati per la morte di dieci lavoratori a causa dell’esposizione all’amianto.


Ha disposto la separazione delle posizioni degli indagati.
Per gli ex sindaci: non luogo a procedere in quanto non avevano l’obbligo giuridico di intervenire sui temi della sicurezza per i lavoratori.
Per i dirigenti Fontana, Malgrande, Filighera, Samoggia e Traina: rinvio a giudizio.
La prima udienza del processo si terrà il 9 febbraio 2017.


Inoltre, i responsabili civili del Comune di Milano e del Teatro alla Scala saranno chiamati a rispondere dell’eventuale risarcimento dei danni a favore delle vittime.

La Cub Informazione e Spettacolo e il Comitato Ambiente e Salute Scala, già ammessi dal Gup al processo come parti civili e presenti in data odierna con un presidio davanti al Tribunale, esprimono una valutazione positiva per quanto riguarda l’avvio del processo, in quanto segna il primo riconoscimento della fondatezza delle accuse a carico di chi doveva salvaguardare la salute dei lavoratori e invece non lo ha fatto.

Milano, 30 novembre 2016

Share this post
FaceBook