Venerdì 20.03.2020 come delegati sindacali della FlaicaUniti – CUB ci siamo incontrati in teleconferenza con la direzione aziendale della Sangalli, alla presenza anche degli RLS.
Abbiamo evidenziato che :


- non vengono adottate procedure particolarmente approfondite di sanificazione dei mezzi.
- manca adeguata strumentazione e formazione tra gli operatori per il trattamento dei rifiuti potenzialmente infetti, come da circolare del 04.03.2020 dell’Istituto Superiore di Sanità, che prevede la sospensione della differenziata nelle abitazioni in cui sono presenti soggetti positivi al tampone o in quarantena e che i rifiuti di questo tipo vengano trattati come indifferenziati, inseriti in due sacchetti l’uno dentro l’altro o in un contenitore a perdere.
- mancano dispositivi di protezione individuale, sempre indicati dalla medesima circolare, a partire dalle mascherine FFP2 o FFP3, che secondo l’azienda, invece, non sarebbero obbligatorie.
- La sospensione, verificatasi a seguito delle direttive del DPCM 11.03.2020, di tutti i servizi di refezione offerti dai ristoranti convenzionati con l’azienda, non ha comunque cancellato la necessità di nutrirsi per i lavoratori e che ora ci troviamo senza alcun servizio sostitutivo per il pranzo. Abbiamo quindi richiesto l’istituzione di un servizio di ticket.
Abbiamo riscontrato una forte sottovalutazione da parte della Direzione Aziendale delle problematiche sollevategli e siamo rimasti allibiti dal comportamento del RLS di Sesto, che decantava le lodi dell’azienda minimizzando i problemi legati alla salute dei lavoratori (atteggiamento adottato anche dalla RSU e dal RLS di Monza nel comunicato affisso in bacheca a seguito dell’incontro).
Di conseguenza, per tutto quanto sopra, riteniamo che la nostra condizione lavorativa sia assolutamente inidonea al contrasto del contagio da Coronavirus e rischiosa per il bene salute dei lavoratori, dato che operiamo in costante e quotidiano contatto con la polvere e gli schizzi prodotti dalla compattazione, maneggiamento e spazzamento dei rifiuti urbani e che nelle ultime settimane si accumulano sempre di più rifiuti legati all’utilizzo di strumenti di tutela contro il contagio e pertanto possibilmente infetti.
Per tutto quanto sopra abbiamo deciso di dichiarare lo stato d’agitazione e richiesto un incontro urgente presso la Prefettura di Monza; in mancanza di risposte concrete e di immediate e idonee misure adottate dalla società, ci vedremo costretti a dichiarare uno sciopero immediato ai sensi del comma 7 dell’articolo 2 della legge 146/90, che stabilisce che il “preavviso minimo e l’indicazione della durata non si applicano nei casi di […] protesta per gravi eventi lesivi dell'incolumità e della sicurezza dei lavoratori”.


Le Rsa FlaicaUniti – CUB Monza
Federazione Lavoratori Agro-Industria Commercio e Affini Uniti
Confederazione Unitaria di Base
20131 Milano - V.le Lombardia, 20 - Tel. 02/70631804 - 70634875 Fax 02/70602409
Facebook: Flaica – CUB e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.       www.cub.it

 

                     Scarica il pdf

FaceBook