La scrivente organizzazione, avendo esaurito ogni tentativo e ricerca di dialogo con la Pellegrini per gli impianti di Napoli

e Salerno di ristorazione collettiva dove è presente con propri lavoratori iscritti, si vede costretta a dichiarare lo stato di agitazione per porre al centro della discussione il comportamento incomprensibile di Pellegrini e dei suoi vari capetti locali.

Le motivazioni che ci portano ad dichiarare l'agitazione dei lavoratori campani della Pellegrini sono: le Turnazioni cambiate in forma continua è senza preavviso, lavoratori senza copie dei propri contratti di lavoro, carico di lavoro eccessivo per ogni lavoratori, questo dovuto al fatto che si lavora sempre sotto organico, turnazioni spezzettate in forma punitiva per i soli iscritti alla FLAICA CUB oltre a questioni di sicurezza (già note all'azienda) che mettono a rischio la salute dei lavoratori.

Questo è un primo passo, forte ed incisivo per tutelare i lavoratori, Se nei prossimi giorni non ci saranno risposte adeguate da parte societaria, saranno le assemblee dei lavoratori che decideranno come proseguire la lotta..

FLAICA UNITI CUB

1 ottobre 2019

FaceBook