Spett. li  FEDERALIMENTARE – CONFINDUSTRIA Viale Pasteur, 10 00144 – Roma
LEGACOOP AGROALIMENTARE Via G.A. Guattani, 9 00161 Roma
CONFCOOPERATIVE Via Torino, 146 00184 – Roma


PIATTAFORMA RIVENDICATIVA DELLA FLAICAUNITI – CUB PER UN UNICO CONTRATTO DEL SETTORE AGROALIMENTARE

1. PARTE ECONOMICA
Aumenti retributivi - In relazione alla solidità del comparto delle Industrie Alimentari, che vede un andamento sostanzialmente favorevole su tutti i settori produttivi, nonostante la crisi internazionale e il contestuale calo di potere d’acquisto da parte degli operai e dei ceti popolari, riteniamo congruo un aumento non inferiore a 300 euro poter recuperare il potere d’acquisto perso a causa delle politiche salariali fallimentari fin qui praticate e per iniziare ad uniformare gli stipendi Italiani del settore a quelli della media europea.
Il salario deve inoltre essere agganciato al reale costo della vita.
Straordinario
- Maggiorazione al 50% del lavoro notturno per tutte le categorie indipendentemente dal settore di appartenenza.
- Revisione degli organici e nuove assunzioni qualora venga raggiunto il tetto individuale degli straordinari da parte del 20% degli occupati
- Maggiorazione al 65% del lavoro straordinario festivo per tutte le categorie indipendentemente dal settore di appartenenza.
Rol
- 24 ore aggiuntivi di Rol per i lavoratori turnisti
Flessibilità
- Riduzione delle giornate di flessibilità obbligatorie da 11 a 6. Con un aumento di maggiorazione oraria del 50%.
Enti Bilaterali
- Abolizione degli enti bilaterali (EBS) e del welfare aziendale Fasa.

2 - NORMATIVA
Part-time - Obbligo per l’azienda, in caso di assunzioni full time, di garantire al personale part-time già occupato in azienda il passaggio a full-time e nuove assunzioni all’esterno solo in caso di rifiuto di tutti i part-time presenti.
Obbligo di uniformare i nastri orari dei part-time di tipo orizzontale sostanzialmente a tre fasce, con unico orario per tutti i giorni della settimana.
Abolizione della tipologia di lavoro "agile".
No alle assunzioni con l'applicazione del job act.
In caso di necessità, anche nei contratti part-time con o senza le clausole elastiche, o in caso di maternità e post maternità, i lavoratori dovranno avere il diritto ad un orario compatibile con le esigenze di accudire i figli e di favorirne l' inserimento nei nidi, scuole materne ed elementari fino ai 10 anni di età del bambino.
Malattia
- La trasformazione del versamento al Fondo Nazionale di Assistenza Sanitaria Integrativa in aumenti in busta paga. Per un rilancio della Sanità pubblica, gratuita, di qualità per tutti.
Concedo parentale
- riconoscimento di 24 ore retribuite per malattia figlio fino a 14 anni del figlio.
Orario di Lavoro
- Riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario di due ore per tutti e di tre ore per i lavoratori turnisti.
TFR
- Diritto di uscita immediata per tutti gli iscritti ai fondi pensione chiusi (Alifond), consentendo la riscossione dell’intero capitale versato senza costi.
Obbligo del versamento per intero del TFR alle madri o padri che, per esigenze familiari, devono richiedere l’astensione facoltativa per la nascita di un figlio, per adozione o affidamento.
Appalti
– Diritto ai lavoratori delle imprese appaltatrici che svolgono l'attività presso le
imprese appaltanti, di usufruire delle mense aziendali e di locali appositi per assemblee sindacali; inserire nel contratto di appalto l'obbligo alla certificazione del rispetto delle normative contrattuali e del versamento dei contributi per i lavoratori in appalto. Responsabilità diretta dell’azienda appaltatrice in caso di inadempienza.
bbligo di prevedere l’assunzione dei lavoratori delle cooperative da parte dell’azienda appaltante, laddove il rapporto intercorrente si configura come un vero e proprio appalto di manodopera. I lavoratori devo essere assunti tutti indistintamente nei cambi di appalto.
Escludere severamente il peggioramento delle condizioni con la motivazione dei tagli economici.

3 – DIRITTI AI LAVORATORI E DEMOCRAZIA SINDACALE
- Uguali diritti e pari dignità per tutte le OO.SS. presenti nelle aziende.
- Diritto di indizione di assemblee in capo al singolo delegato RSA.
- Diritto di tutte le OO.SS. a ricevere contributi sindacali attraverso trattenuta in busta paga.
- Abolizione dell'accordo interconfederale del 10 gennaio 2014 sulla rappresentanza sindacale.
- Voto vincolante dei lavoratori sia in fase di presentazione di piattaforme per il CCNL che in fase di approvazione di un eventuale accordo.
- Possibilità per i lavoratori di riunirsi in azienda la di fuori dell’orario di lavoro.
- Norme sanzionatorie del CCNL in caso di atteggiamenti aziendali lesivi della libertà e della dignità dei lavoratori.

Milano, 30.05.2019

FEDERAZIONE LAVORATORI AGROINDUSTRIA COMMERCIO E AFFINI UNITI
Aderente alla Confederazione Unitaria di Base
Sede Nazionale: Milano – V.le Lombardia, 20
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it Tel. 02/706318

     PIATTAFORMA-rivend-x-UNICO-CONTRATTO-settore-AGROALIMENTARE.pdf

 

FaceBook