Martedì 07 Maggio si è svolto l’incontro sindacale con la Direzione di Sangalli per verificare la corretta applicazione del contratto di II° livello in merito ai premi su produttività, redditività, sinistri passivi e progetti speciali.


In quella sede, siamo venuti a conoscenza che FP CGIL e FIADEL hanno sottoscritto un accordo di revisione/aggiornamento il 12.02.2018 senza che la FlaicaUniti – CUB, firmataria del contratto di II° livello, fosse informata di alcunchè.
Nel documento di revisione/aggiornamento sono stati migliorati i parametri percentuali di 
riduzione straordinari e smaltimento ferie, ma è stato aggiunto l’azzeramento delle ore di R.O.L. come terzo requisito per vedersi erogare il premio di 100 € su progetti speciali.
Nessun lavoratore ne era informato, dato che l’accordo non è mai stato fatto approvare in 
assemblea né affisso in bacheca.
Risultato? Bastava che anche un solo lavoratore non azzerasse i R.O.L. (parametro molto difficile da raggiungere, che di fatto rende inutili gli altri due) per non erogare il premio a nessuno: ecco perché i 100 €, quest’anno, sono andati persi!
La FIADEL ha abbandonato il tavolo non a causa della vergogna per il suo comportamento poco trasparente nei confronti dei lavoratori; ma perché riteneva di non essere stata convocata dall’azienda per analizzare i risultati ottenuti dai lavoratori in merito a redditività e sinistri.
Peccato che l’azienda abbia prontamente fatto saltare fuori il verbale sull’incontro per i diritti di informazione, in cui erano presenti: la RSU rappresentata dai membri della FIADEL e l’R.L.S. CISL, assente la CGIL che era all’oscuro di tutto. Che figura di m….!!!
Nel frattempo, Sangalli ha ricordato che l’accordo di II° livello è scaduto e che nei prossimi mesi convocherà il tavolo per stipulare un nuovo accordo, escludendo però la nostra organizzazione sindacale, dato che non si è sottomessa ad accettare il pessimo rinnovo contrattuale FISE (quello che ha aumentato l’orario di lavoro di 2 ore a settimana riducendo il salario) e delle RSU sempre più antidemocratiche e antioperaie. Nessun problema, siamo già pronti con la causa!
Il sindacato e i suoi rappresentanti devono essere strumenti democratici, in mano ai lavoratori per difendere i loro interessi. Le piattaforme e gli accordi devono essere approvati dalle assemblee operaie e non firmati di nascosto da burocrati e delegati compiacenti.

Abbiamo dovuto, invece, assistere ad un teatrino deprimente, di sindacati che esistono solo per ingrassare sé stessi.
E’ ora che gli operai della Sangalli rialzino la testa e mandino a casa una RSU e organizzazioni sindacali inutili.


Federazione Lavoratori Agro-Industria Commercio e Affini Uniti
Confederazione Unitaria di Base
20131 Milano - V.le Lombardia, 20 - Tel. 02/70631804 - 70634875 Fax 02/70602409
e mail:      Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
20900 Monza –Via Piave, 7-Tel 039/832267-Fax 039/2849844  

 

Scarica il volantino in pdf 

FaceBook