Nel paese comincia a crescere un movimento di lavoratori, disoccupati, precari, studenti e tanti altri che lottano e manifestano contro le politiche di austerity: una concreta alternativa alla passività e complicità dei sindacati e partiti tradizionali
tante realtà sociali che unitariamente hanno riempito 30 piazze per manifestare contro le politiche che generano disagio sociale, cancellano i diritti e erodono i salari

 


Buona la partecipazione dei Lavoratori del Trasporto Aereo allo sciopero ed alle manifestazioni effettuate il 14 novembre nelle principali città italiane.
Decine i voli cancellati tra Fiumicino, Malpensa, Linate, Venezia, Bologna e Palermo.
Da evidenziare l’iniziativa dei lavoratori dell’indotto dell’aeroporto di Pisa dove in 200 sono riusciti ad entrare dentro lo scalo Galilei chiedendo ed ottenendo un incontro con la direzione aeroportuale per denunciare le pessime condizioni di lavoro, gli appalti al ribasso, il mancato rispetto della clausola sociale, peraltro esprimendo anche la loro indignazione per il licenziamento di 11 colleghi.
All’aeroporto di Fiumicino c’è ancora molto da fare per far crescere e radicareuna alternativa sindacale in cui i lavoratori siano e restino gli unici attori, mettendo al bando l’individualismo ed operando per il bene collettivo.
Sono ancora numerose le vertenze tra i Lavoratori nel comparto ed al Leonardo da Vinci oggi più che mai è il momento di unificare le vertenze e connettere le lotte per rivendicare:

Salario – Diritti – Occupazione

Alitalia: licenziati 2000 lavoratori ad inizio novembre, sono in gioco le ricollocazioni solo dopo pesanti tagli normativi e salariali. Intanto Poste per l’IT è svanita e l’ingresso a Fco di Atitech è ancora in alto mare. Presto la nascita della nuova Alitalia-SAI sarà seguita da ulteriori “spezzatini” nel comparto di terra (handling – manutenzione);
AMS (officina motori) : società da tempo in concordato preventivo, priva di prospettive se non verrà trovata una soluzione che garantisca occupazione e salario per tutti i Lavoratori;
 Groundcare : società di handling (prima FlightCare – Adr Handling) fallita a maggio 2014, sta per essere liquidata con il conseguente licenziamento di oltre trecento lavoratori. Tagli salariali e peggioramenti delle condizioni di lavoro sono previste per chi resta.
 Società di Handling : oggi sono 6 (con Alitalia) e si spartiscono i servizi di assistenza ai vettori con un’agguerrita concorrenza, basata sui tagli al costo del lavoro e sul ridimensionamento della sicurezza dei lavoratori. Sarà da tenere sott’occhio la riorganizzazione degli handlers, che avverrà tra gennaio e marzo, dovranno essere massimo 3 e c’è il rischio che i padroni sfruttino questa occasione per licenziare con la scusa delle sinergie, peraltro senza neppure ridimensionare (oltre 50!) il numero dei sotto-handlers presenti all’aeroporto di Fiumicino;
 Indotto : tutti i lavoratori delle società dell’indotto aeroportuale sono asfissiati dai continui cambi di appalto e capitolati dove appalto-dopo-appalto gli vengono scippati diritti e salario; Precari : La precarietà strangola migliaia di lavoratori in Alitalia ed nel comparto del Trasporto Aereo, è una malattia che ha avvelenato la categoria: nessuno ne è immune nel settore aereo-aeroportuale-indotto.
Contratto unico per tutti i lavoratori di terra, stop alla precarietà, APERTURA VERTENZA GENERALE A FIUMICINO
…Adr-Enac-Aziende-Sindacati, la crisi non esiste gli esuberi siete VOI…


Fiumicino 17.11.2014
Cub Trasporti Fco - Confederazione Unitaria di Base
Via Cavour 101 00100 Roma - tel. 06.48029250 fax 06.4828857
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cub.it - www.cub-trasporti-fco.it - www.cubvideo.it

 

 

FaceBook